Seguici su

Start-up innovative e incubatori certificati

Chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate su tutte le agevolazioni fiscali in favore delle start-up innovative e degli incubatori certificati

Pubblicata la Circolare dell'Agenzia delle Entrate N. 16/E che fa luce su tutti gli aspetti connessi alla disciplina sulle start up innovative e degli incubatori certificati (articolo 25 e seguenti del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con modificazioni dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221).

In particolare, nel paragrafo dedicato al regime di pubblicità ed esonero dall'imposta di bollo e dai diritti camerali, si chiarisce che, alla luce di un'interpretazione estensiva del disposto dell'art. 26 comma 8 del DL 179/2012, l'esonero a favore delle startup innovative sui diritti di segreteria e sui bolli è stato esteso a tutte le tipologie di atto, ivi incluso il bilancio d'esercizio.

Per tutte le informazioni si rimanda alla consultazione della Circolare e ai comunicati dell'Agenzia delle Entrate.
Si riporta per comodità l'indice dei contenuti:

  • Premessa
  • Nozione di start-up innovativa e di incubatore certificato
  • Non applicazione della disciplina sulle società di comodo
  • Strumenti finanziari delle start-up innovative e degli incubatori certificati - incentivi fiscali
  • Emissione di strumenti finanziari a fronte di apporti di opere o servizi
  • Misure di semplificazione per l'accesso al credito di imposta per assunzioni di personale nelle start-up innovative e negli incubatori certificati
  • Incentivi all'investimento in start-up innovative

Allegati