Seguici su

Bando a favore di gruppi di imprese per la sicurezza nelle zone industriali

La Camera di Commercio ha approvato un bando da 100.000 € per sostenere i raggruppamenti di imprese che intendono dotarsi di sistemi sorveglianza e di vigilanza fisica notturna per la sicurezza delle aree industriali. Il bando ha per obiettivo l'erogazione di un contributo che agevoli le imprese della provincia ad affrontare il problema della criminalità.
Stato
Aperto
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Destinatari
  • Imprese
Ente
  • Camera di Commercio di Modena
Data di pubblicazione 19/11/2020
Scadenza termini partecipazione 18/12/2020 13:00
Chiusura procedimento 21/12/2020
Consulta gli approfondimenti

Destinatari

Associazioni temporanee di imprese, Reti-soggetto o Reti-contratto, costituite o costituende, composte da almeno 5 imprese.

I raggruppamenti non ancora formalizzati al momento della domanda avranno 45 gg di tempo dall'atto di concessione per formalizzare l'ATI o la Rete.

Spese ammissibili

Sono ammissibili al contributo le spese per la vigilanza e la sorveglianza fisica nelle aree industriali per garantire la sicurezza nelle ore notturne (al netto di IVA).

Potranno essere rendicontate le spese sostenute a far data dal 1.9.2020.

Agevolazione

Il contributo a fondo perduto è fissato nella misura del 50% della spesa ammissibile fino ad un massimo di € 30.000,00 per ogni gruppo (ATI o Rete).

L'aiuto concesso non è cumulabile con altri interventi pubblici agevolativi aventi ad oggetto le stesse spese.

I contributi saranno erogati con l'applicazione della ritenuta d'acconto del 4%, di cui all'art. 28 del D.P.R. n. 600/1973, tranne i casi di esclusione previsti dalla normativa vigente.

Presentazione domande

Le domande telematiche possono essere presentate a partire dalle ore 8,00 del 4/12/2020 sino alle ore 13,00 del 18/12/2020.

Per partecipare al presente bando occorre inviare, a pena di esclusione:

  1. il modulo base telematico;
  2. la domanda di ammissione al bando redatta secondo il modello pubblicato sul sito. In particolare, la domanda di ammissione, resa nella forma di dichiarazione di atto notorio, deve essere sottoscritta digitalmente dal mandatario dell'ATI proponente o dal legale rappresentante dell'organo comune della Rete-soggetto o dal legale rappresentante dell'impresa capofila della Rete-contratto;
  3. i preventivi di spesa.

L'atto dirigenziale di concessione dei contributi verrà adottato entro 30 giorni dalla scadenza del termine di presentazione delle domande, ovvero entro il 17/1/2021.

Rendicontazione

La rendicontazione andrà presentata entro 60 gg dal ricevimento della comunicazione di concessione via pec.

La rendicontazione dovrà essere composta da:

  1. un nuovo modulo base telematico;
  2. copia delle fatture debitamente quietanzate; al momento della presentazione del consuntivo di spesa i servizi dovranno risultare interamente pagati; saranno accettate, ai fini del rendiconto, pure le fatture delle singole imprese partecipanti al gruppo (ATI o Rete).

Tutti i documenti sia in fase di domanda che in fase di rendicontazione dovranno essere firmati digitalmente dal legale rappresentante dell'impresa mandataria dell'ATI, dell'organo comune della Rete-soggetto, dell'impresa capofila della Rete-contratto.

Firma digitale, PEC e iscrizione a Telemaco

Per l'acquisizione della firma digitale e della casella PEC consultare il sito camerale alla pagina Dispositivi di Firma digitale (CNS, Token).

Alla pagina Posta Elettronica Certificata (P.E.C.) è reperibile l'elenco dei soggetti gestori che rilasciano PEC.

Per ottenere le credenziali di accesso a Telemaco, si veda il link Come registrarsi. Si ricorda che l'iscrizione a Telemaco sarà operativa dopo 48 ore dalla registrazione.
Per problemi legati a Telemaco, si prega di contattare l'assistenza di InfoCamere al nr. 049/2015215.

Normativa

Delibera della Giunta camerale n. 154 del 11/11/2020