Seguici su

Quesito 039/2018

prevenzio.net

Domanda

Siamo un istituto di formazione professionale e talvolta diamo in affitto la palestra della nostra scuola. Questa è dotata di defibrillatore semiautomatico periodicamente sottoposto a manutenzione da ditta esterna specializzata.
La palestra viene data in affitto sia ad associazioni/società sportive dilettantistiche, ma anche a privati cittadini e ad altre scuole.
In occasioni di gare sportive organizzate da associazioni/società, noi richiediamo sempre all'organizzazione la presenza obbligatoria di almeno una loro persona formata all'utilizzo del defibrillatore (in genere il loro arbitro è formato).
Ma le domande che poniamo sono le seguenti:
Quando vengono dei privati cittadini ad usufruire della palestra (ad esempio un gruppo di amici che vogliono fare una partita di calcio), io in quanto scuola, devo assicurarmi comunque che ci sia la presenza di una persona formata all'utilizzo del defibrillatore (che sia questa il nostro custode o uno di loro)?
Se un'altra scuola mi chiede in affitto la palestra per far fare ai suoi ragazzi le ore di ginnastica, io devo assicurarmi che ci sia la presenza di una persona formata all'utilizzo del defibrillatore (che sia questa il nostro custode o il loro insegnante di ginnastica)?

Leggendo la normativa "Legge n.158/2012" si evince che:

  • è obbligatoria la presenza di un DAE presso Società Sportive sia professionistiche che dilettantistiche e all'interno di impianti sportivi
  • è fortemente raccomandata la presenza di un DAE in ambienti ad elevata densità di popolazione (aeroporti, stazioni marittime, stazioni ferroviarie, metropolitane, stadi, ipermercati, centri commerciali, hotel, scuole, ecc.);

Quindi si deduce che nelle scuole NON è obbligatorio, ma è solo fortemente raccomandato il defibrillatore. Presso la nostra scuola, come detto sopra, è stato installato un defibrillatore (nonostante non ce ne fosse l'obbligo), ma non sempre riusciamo a garantire la presenza della persona formata quando noleggiamo la palestra a terzi NON facenti parte di Associazioni o Società Sportive (come i privati o altre scuole): anche se a parere dello scrivente questo non è un problema, in quanto sembra di cogliere dalla normativa che al di fuori di Società Sportive non ci sia l'obbligo di avere il defibrillatore né persona formata al suo utilizzo. Si rimane in attesa di una conferma in merito.

Risposta

Si ritiene che la palestra, in quanto concessa a terzi (siano essi privati o associazioni) nel momento in cui viene data a noleggio si configura come impianto sportivo (per cui il DAE è obbligatorio)e non più come locale scolastico (per cui è fortemente indicata la disponibilità di defibrillatore).
Finché la palestra viene noleggiata ad associazioni, aziende e simili, dotate di propria organizzazione, il personale addestrato all'uso del DAE deve essere fornito dall'associazione che prende a nolo la struttura; nel caso di privati invece la questione deve far riferimento a quanto espresso nel decreto "La presenza di una persona formata all'utilizzo del defibrillatore deve essere garantita nel corso delle gare e degli allenamenti".
Pertanto se la Scuola intende noleggiare a privati deve chiedere che nel gruppo dei fruitori del noleggio vi sia un soggetto con documentabile certificazione in corso di validità di formazione sull'uso del DAE oppure deve fornire in proprio personale idoneo allo scopo. In questo caso diventa importante la questione che vede la palestra scolastica, in quel preciso momento in cui è data in noleggio a terzi, configurarsi come impianto sportivo per cui il DAE è obbligatorio.

Ottobre 2018

Richiesta ulteriori precisazioni

come dice la normativa (e secondo anche quanto citato nella vostra mail), "La presenza di una persona formata all'utilizzo del defibrillatore deve essere garantita nel corso delle gare e degli allenamenti", ma il mio dubbio è nel caso di privati cittadini che noleggiano la palestra una sera o una domenica pomeriggio per fare una semplice partita amichevole di palla avvelenata (e quindi senza essere una squadra o un gruppo identificabile e senza fare gare o allenamento). Avendo chiaro il fatto che, dal momento in cui la palestra viene data a noleggio si configura come impianto sportivo diventando pertanto obbligatorio il DAE, mi confermate ugualmente che, anche nel caso che vi ho riportato sopra (ovvero i privati cittadini che giocano amichevolmente a palla avvelenata) serve comunque anche la persona formata all’utilizzo del DAE?

Risposta

Facendo riferimento al testo delle linee guida sull'utilizzo dei DAE, indipendentemente dal fatto che l'attività svolta sia disciplina sportiva o meno, la dotazione del DAE e del personale addestrato ad utilizzarlo sono condizione utile anche nei "luoghi quali centri sportivi, stadi palestre ed ogni situazione nella quale vengono svolte attività in grado di interessare l'attività cardiovascolare, secondo quanto stabilito dal D.M. 18 marzo 2011". Quindi, a nostro parere, a maggior ragione in un contesto di soggetti privati, non atleti, magari proprio perché poco allenati, anche se praticano la "palla avvelenata" si può ipotizzare un maggior rischio di arresto cardiaco rispetto ad atleti allenati e praticanti regolare disciplina sportiva.

Novembre 2018