Seguici su

Startup e Bilanci

Requisito della percentuale ricerca e sviluppo indicazioni Ministeriali per la nota integrativa e tassonomia XBRL

Il parere del 14 febbraio 2017 fornisce chiarimenti su riforma del bilancio per le microimprese e tassonomia XBRL. Risponde in particolare a una richiesta di parere in merito all'indicazione del requisito delle spese in ricerca e sviluppo per le startup e PMI innovative.

In particolare il MISE ritiene che le startup che intendono vantare il requisito della ricerca e sviluppo, potranno presentare il bilancio con le modalità semplificate previste per le micro-imprese, riportando le informazioni richieste dal n.1) della lett. h), dell'art. 25 del DL 179/2012 in calce allo stato patrimoniale.

Per ragioni di simmetria, e qualora ne ricorrano i presupposti soggettivi. Anche le PMI innovative che intendono vantare il requisito della ricerca e sviluppo, potranno presentare il bilancio con le modalità semplificate previste per le micro-imprese, riportando le informazioni richieste dall'art. 4, comma 1, lett. e) 1), del D.L. 3/2015, in calce allo stato patrimoniale.

Per completezza si rimanda al testo completo del parere.

Allegati

Ministero dello Sviluppo Economico - Parere prot. 50195 del 14/02/2017 - Richiesta parere in merito all'indicazione del requisito della "ricerca e sviluppo" nella nota integrativa per le startup e PMI innovative