Seguici su

Seminario Eccellenze in digitale - Dati occupazione - Commercio ambulante - Impieghi e depositi

Newsletter economico-statistica e promozionale del 21/04/2017

Programma Eccellenze in Digitale: il prossimo seminario si terra' il 27 aprile 2017 sul tema Mobile e Cloud       
Si ricorda che sono ancora aperte le iscrizioni per partecipare al seminario che si terrà il 27 aprile, dalle ore 10.30 alle ore 12.30 in cui si parlerà di Mobile e Cloud nell'ambito del progetto "Eccellenze in Digitale", promosso da Unioncamere e Google per aiutare le aziende a sviluppare competenze digitali ed avviare un dialogo sulle opportunità economiche della rete.
Maggiori informazioni e iscrizioni.

2016 positivo per l'occupazione in provincia di Modena
Continua l'andamento positivo dell'occupazione in provincia di Modena durante l'intero anno 2016. Lo conferma l'indagine sulle Forze di Lavoro effettuata periodicamente dall'Istat. L'occupazione aumenta di 13.000 unità nel corso del 2016, raggiungendo un totale di 315.000 occupati, con un incremento percentuale del +4,3%. L'Emilia Romagna presenta una crescita inferiore (+2,6%) e raggiunge la quota di 1.967 mila occupati.
A livello regionale Modena è la seconda provincia dopo Bologna per numero di lavoratori, con una quota pari al 16,0% del totale regionale, mentre la somma degli occupati di Bologna, Modena e Reggio Emilia copre più della metà dei lavoratori regionali.
In provincia di Modena la maggioranza degli occupati lavora nel settore dei servizi (40,0%) in aumento del 6,8%, seguita dall'industria (33,7%, quota più alta dell'intera regione) che sale dell'1,9% e dal commercio (16,0%, in crescita del 12,2%). L'agricoltura rappresenta solamente il 3,5% degli occupati, ma nel 2016 ha registrato un picco del +10,0%. Unico settore che perde occupazione risulta l'edilizia, che prosegue il suo andamento negativo perdendo il 15% dei posti di lavoro.

Lieve contrazione del commercio ambulante
Sono in leggera diminuzione gli ambulanti in provincia di Modena negli ultimi 4 anni (-0,8%), vendono soprattutto prodotti tessili e di abbigliamento (59,3%), prodotti alimentari (19,0%) e altri prodotti (21,0%).
Tuttavia in questo periodo si assiste ad una sostituzione degli ambulanti italiani con imprese straniere, infatti mentre gli ambulanti italiani calano del 4,2%, quelli stranieri sono in aumento (+5,4%) arrivando ad una quota pari al 36,2% del totale.
E' diversa anche la quota di prodotti venduti, infatti gli stranieri si concentrano maggiormente nel tessile abbigliamento (71,5%), un quarto di essi vende "altri prodotti", in aumento del 40,7% dal 2012, mentre molto più bassa è la quota di chi vende generi alimentari (3,3% del totale).

Impieghi in aumento in provincia di Modena nel 2016
Dai dati forniti dalla Banca d’Italia si registrano in provincia di Modena, al 31 dicembre 2016, depositi bancari pari a  19.088 milioni di euro con un incremento rispetto all’anno precedente del +3,1%. Anche per gli impieghi si riscontra un trend in crescita del +3,5% a fine anno rispetto a dicembre 2015, con un valore complessivo di 25.533 milioni di euro.
In provincia di Modena, come nel resto d’Italia, continua la riduzione degli sportelli bancari che nell’arco di un anno passano da 429 a 408 con un calo del -4,9%; il numero di sportelli ogni 100.000 abitanti si attesta per la provincia modenese a quota 58 al 31 dicembre 2016.