Seguici su

Credito agevolato per startup e innovazione energetica - Export - Prometeia - Excelsior - Elenchi diplomati - Indagine UICC

Newsletter economico-statistica e promozionale del 31/08/2017

Credito agevolato per startup e innovazione energetica - Martedi' 5 settembre 2017 ore 15.00, presso la Camera di Commercio di Modena, seminario di presentazione dei bandi regionali
Il seminario, promosso dalla Camera di Commercio di Modena e dalla Regione Emilia-Romagna in collaborazione con Unioncamere Emilia-Romagna, è finalizzato a illustrare le caratteristiche e modalità operative del Fondo di finanza agevolata attivato dalla Regione a valere sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale POR FESR 2014-2020, a supporto della creazione di nuove imprese e dell’innovazione in campo energetico.
Il Fondo Starter mette a disposizione 11 milioni di euro di finanziamenti in tre anni, per favorire la nascita di nuove imprese e sostenere la crescita di quelle con un massimo di 5 anni di attività.
Il Fondo Energia, invece, ha una dotazione di 36 milioni di euro in tre anni per migliorare l’efficienza energetica ed incrementare l’autoproduzione di energia da fonti rinnovabili.
Il fondo è gestito da Unifidi, Consorzio unitario di garanzia Emilia-Romagna, selezionato con gara ed evidenza pubblica europea.
Appuntamento: Martedì 5 settembre 2017 - ore 15,00 presso la Camera di Commercio di Modena Via Ganaceto 134  - Modena. La partecipazione al convegno è gratuita, previa iscrizione online 

Export: Emilia-Romagna sul tetto d'Europa
Emilia-Romagna, Veneto e Lombardia sono le locomotive che trainano l'export dell'Italia, che per il WTO è il decimo paese esportatore nel mondo. Questo il risultato di uno studio realizzato congiuntamente da ICE, Università dell'Aquila e Università di Bari, che è stato recentemente pubblicato nell'ultimo annuario sul commercio estero italiano a cura di ICE e Istat. La ricerca mira a individuare le regioni europee più dinamiche in termini di commercio internazionale e indica nel nord Italia, in particolare nelle tre regioni citate il traino per l'export dell'intero Paese: a Emilia-Romagna, Veneto e Lombardia fa capo infatti oltre la metà delle vendite estere italiane (55%). Considerando nel dettaglio l'export procapite, le tre regioni ben figurano rispetto ai principali competitor europei e anzi si posizionano ai livelli dei Lander più sviluppati della Germania quali la Baviera, il Baden-Wuttemberg, la Renania settentrionale-Vestfalia.
L'Emilia-Romagna in particolare, con oltre 12,5 mila euro annuali di export procapite (nel biennio 2015-2016) risulta la prima regione italiana, e vanta un valore ben superiore rispetto alla media delle 77 regioni europee analizzate nello studio, pari a 7,6 mila euro, e quasi doppio della media italiana che si attesta sui 6,8 mila euro.
La provincia di Modena, ottava nella graduatoria delle province italiane per ammontare di export nel 2016, ha un valore procapite di vendite estere stimato in 16.954 euro (sempre nel biennio 2015-2016), che può definirsi particolarmente elevato se si considera che risulta essere il 35% in più della media regionale e il 148% in più di quella nazionale.

Prometeia: ancora positiva la crescita economica nei prossimi due anni
Prometeia ha divulgato i dati degli "Scenari per le economie locali" trimestrali ricalcolando, in base agli ultimi dati economici, l'andamento e le previsioni per i prossimi anni relativi alle variabili macroeconomiche più rappresentative dell'economia nazionale e provinciale. Maggiori informazioni

Le previsioni di assunzione delle imprese modenesi
Diffusi i dati del sistema informativo Excelsior relativi al trimestre luglio - settembre 2017. Maggiori informazioni

La CCIAA da anni offre alle imprese il servizio gratuito di fornitura elenchi diplomati delle scuole superiori di II grado della provincia di Modena
Il servizio è rivolto alle imprese/enti interessati ad inserire al proprio interno neo-diplomati. Maggiori informazioni

Indagine sugli impatti delle misure di agevolazione previste dal Piano Nazionale Industria 4.0
Unioncamere Nazionale sta realizzando un'analisi finalizzata a individuare e valutare gli impatti sulle imprese legati alle misure di agevolazione previste dal Piano Nazionale Industria 4.0.
La rilevazione riguarda le previsioni sui nuovi investimenti pianificati dalle aziende grazie agli incentivi stabiliti dal Piano Nazionale Industria 4.0. Il questionario è indirizzato ad un campione di imprese distribuite su tutto il territorio nazionale e selezionate casualmente dagli archivi delle Camere di Commercio.
La compilazione del questionario è possibile attraverso un'interfaccia online accessibile direttamente dal link personalizzato riportato nella lettera di sensibilizzazione inviata via Posta Elettronica Certificata (PEC) alle imprese coinvolte nell'indagine. La società InfoCamere S.c.p.A. è stata incaricata di fornire assistenza nella compilazione del questionario attraverso il numero dedicato 06/64892706 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 e dalle 14 alle 17, o tramite l'indirizzo e-mail industria4.0@infocamere.it.
Pertanto le imprese in campione potranno essere contattate telefonicamente da InfoCamere per eventuali solleciti.
L'indagine statistica chiuderà il 5 settembre.