Camera di Commercio di Modena
Tu sei qui: Home / Tutela del Mercato / Servizio Metrico / Registro Orafi

Azioni sul documento

Registro Orafi

pubblicato il 17/10/2013 07:55, ultima modifica 22/01/2018 15:37

La Camera di Commercio cura il Registro degli Assegnatari dei Marchi d'identificazione dei metalli preziosi (platino, palladio, oro ed argento) a cui devono iscriversi:

  • Coloro che intendono vendere platino, palladio, oro e argento in lingotti, verghe, laminati, profilati e semilavorati in genere;
  • Coloro che intendano fabbricare od importare oggetti contenenti tali metalli.

Gli oggetti in metallo prezioso legalmente prodotti e posti in commercio nel territorio della Repubblica devono essere obbligatoriamente marcati con il suddetto Marchio d'identificazione e con il titolo della lega espresso in millesimi.
In Italia sono legali i seguenti titoli:

  • per il PLATINO: 950, 900 e 850 millesimi;
  • per il PALLADIO: 950 e 500 millesimi;
  • per l'ORO: 750, 585, 375 millesimi;
  • per l'ARGENTO: 925 e 800 millesimi.

E' ammesso qualsiasi titolo superiore al più alto indicato per ciascuno dei metalli sopra riportati, non sono ammesse tolleranze negative sui titoli.

Sono, invece, esclusi dall'obbligo di riportare il marchio di identificazione:

  • gli oggetti di peso inferiore ad un grammo;
  • i semilavorati ed i lavori in metalli preziosi e loro leghe per odontoiatria;
  • gli oggetti di antiquariato; 
  • i semilavorati e le loro leghe, oggetti e strumenti per uso industriale;
  • gli strumenti ed apparecchi scientifici;
  • le monete;
  • le medaglie e gli altri oggetti preziosi fabbricati dalla Zecca, che, in luogo del marchio di identificazione, saranno contrassegnati dal marchio speciale della Zecca medesima;
  • gli oggetti usati in possesso delle aziende commerciali; la prova di oggetto usato deve essere data dalla descrizione dell'oggetto riportata nel registro delle operazioni previsto dall'articolo 128 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, approvato con Regio Decreto 18 giugno 1931, numero 773, e dalla corrispondente fattura redatta dal commerciante acquirente;
  • i residui di lavorazione;
  • le leghe saldanti a base argento, platino o palladio.

Modalità operativa

  1. Come ottenere il Marchio di identificazione
  2. Come richiedere l'allestimento dei punzoni del marchio d'identificazione dei metalli preziosi
  3. Istruzioni Operative per la Marcatura Laser
  4. Rinnovo della concessione del Marchio d'identificazione dei metalli preziosi
  5. Restituzione e sostituzione dei punzoni
  6. Come richiedere il marchio tradizionale di fabbrica

Modulistica »

 

Accedi al servizio Pagamenti on line
Pagamenti on line

 

Normativa

  • D.Lgs. 22.5.1999, n. 251
  • Regolamento di attuazione DPR n.150/2002.
  • Nota Ministeriale 23/03/2016
  • DM 04/09/2015
  • DM 17/04/2015
  • DPR 26/09/2012 n.208
  • Disposizioni speciali per oggetti placcati, dorati, argentati e rinforzati o di fabbricazione mista
  • Disposizioni per la marchiatura di metalli preziosi importati/esportati

Allegati

 

Area riservata
Fatti riconoscere
Standard

Powered by Plone ®

Camera di Commercio

C.F. e Partita Iva 00675070361
Tel. 059208111 - URP
Iban IT98K0503412900000000006700
Contabilità speciale Banca d'Italia: 0319324
Fatt. elettronica - Cod. univoco: XECKYI
PEC: