Seguici su

Come ottenere il Marchio di identificazione

Procedura per ottenere la concessione del marchio d'identificazione dei metalli preziosi e la relativa iscrizione nel Registro degli assegnatari

Il legale rappresentante o titolare dell'impresa deve presentare la domanda (in regola con l'imposta di bollo) con l'apposito modulo.

Alla domanda occorre allegare:

  1. attestazione del versamento di € 168,00 per tassa di C.G. sul c/c n.8003 intestato all'Ufficio Tasse e Concessioni Governative - Roma;
  2. Pagamento, da effettuarsi sul c/c postale n.14287411 intestato alla C.C.I.A.A. di Modena, Via Ganaceto 134, oppure tramite bonifico sul c/c bancario della CCIAA di Modena Codice IBAN n. IT 98 K 05034 12900 000000006700, oppure tramite Pagamento On-line di:
    2a. € 96,00 (di cui € 31,00 per diritti di segreteria e € 65,00 per diritti di saggio e marchio), indicando quale causale "diritti di segreteria e diritti di saggio e marchio per rilascio concessione di marchio di identificazione" se trattasi di aziende artigiane o laboratori annessi ad aziende commerciali;
    oppure
    2b. € 289,00 (di cui € 31,00 per diritti di segreteria e € 258,00 per diritti di saggio e marchio) indicando quale causale "diritti di segreteria e diritti di saggio e marchio per rilascio concessione di marchio di identificazione" se trattasi di aziende industriali con meno di 100 dipendenti;
    oppure
    2c. € 547,00 (di cui € 31,00 per diritti di segreteria e € 516,00 per diritti di saggio e marchio) indicando quale causale "diritti di segreteria e diritti di saggio e marchio per rilascio concessione di marchio di identificazione" se trattasi di aziende industriali con più di 100 dipendenti;
  3. Licenza di Pubblica sicurezza (se richiesta).
  4. Autocertificazione antimafia, come da Modulo Antimafia predisposto, per i seguenti soggetti:
    - ditte individuali: titolare;
    - Società di persone: responsabile tecnico (se presente), tutti i soci;
    - Società di capitali: responsabile tecnico (se presente), socio di maggioranza (se il numero dei soci è inferiore o pari a quattro), legale rappresentante e agli eventuali altri componenti il Consiglio d'Amministrazione, membri del collegio sindacale (se presente).

L'iscrizione nel Registro degli assegnatari di Marchi di identificazione deve essere preceduta dalla verifica circa la sussistenza, in capo ai richiedenti, dei requisiti di onorabilità.

Ciò comporta, in particolare per gli artigiani che oggi non necessitano più del preventivo rilascio della licenza di P.S., che l'ufficio metrico dovrà altresì provvedere, appena ricevuta la domanda, a richiedere alla Questura di competenza l'accertamento del possesso in capo al richiedente dei suddetti requisiti soggettivi di onorabilità.

Nel caso in cui la domanda sia fatta da un'azienda commerciale con laboratorio annesso, l'ispettore metrico deve effettuare un sopralluogo presso il laboratorio al fine di verificare che quest'ultimo sia in regola con quanto prescritto da norme di legge o di regolamento.

E' adottato un provvedimento di diniego nel quale devono essere evidenziate le motivazioni che possono riferirsi o alle comunicazioni pervenute dalla Questura (nel caso dovesse risultare l'esistenza di cause ostative al rilascio del marchio), o all'esito negativo della visita dell'ispettore (in caso di aziende commerciali con laboratorio annesso).

Se non vi sono circostanze ostative comunicate dalla Questura e se la visita dell'ispettore ha esito positivo nell'ipotesi di aziende commerciali con laboratorio annesso, si procede ad assegnare al richiedente il marchio di identificazione richiesto e si iscrive il suo nominativo nel Registro degli assegnatari.

La concessione del marchio e la relativa iscrizione del Registro degli assegnatari viene disposta con un unico provvedimento dirigenziale.

L'interessato, legale rappresentante o titolare dell'impresa, allorché siano intervenute variazioni nella medesima, è tenuto a comunicarle all'ufficio.

Ottenuto il marchio di identificazione e la relativa iscrizione nel Registro degli assegnatari, l'interessato può fare apposita domanda di allestimento dei punzoni.

Una volta ottenuta dalla Camera di Commercio la concessione del marchio di identificazione, gli assegnatari, dovendo ricavare i punzoni necessariamente dalle matrici in custodia pressa l'ufficio metrico, dovranno ad esso fare espressa richiesta per l'allestimento dei punzoni.

Accedi al servizio Pagamenti on line
Pagamenti on line

Media
(num_rating voti)

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/08/28 12:24:00 GMT+2 ultima modifica 2019-08-28T12:30:30+02:00