Seguici su

Quesito 49/2018

prevenzio.net

Domanda

Sono un Ingegnere ambientale, laureatosi nel 2002 in una delle classi di laurea che prevedono l'esonero alla frequentazione dei corsi RSPP modulo A e modulo B.
Dal 2002 mi occupo di consulenza in materia di salute e sicurezza sul lavoro ma non ho mai esercitato il ruolo di RSPP.
Sarei interessato a qualificarmi come RSPP per un'azienda metalmeccanica, pertanto, secondo l'accordo stato-regioni del 7/07/2016, dovrei sicuramente partecipare al modulo C, mentre non mi è chiaro il monte ore di aggiornamento del modulo B che dovrei portare a termine per poter essere nominato.
Preso atto che al punto 10 dell'accordo è indicato che per chi si è laureato prima dell'entrata in vigore del D. Lgs. 81/08, l'obbligo di aggiornamento quinquennale decorre dal 15/05/2008, al quarto capoverso viene indicato che "per poter esercitare la propria funzione, RSPP e ASPP dovranno, in ogni istante poter dimostrare che nel quinquennio antecedente hanno partecipato a corsi di formazione per un numero di ore non inferiore a quello minimo previsto.
Pertanto, nel mio caso, prima di poter essere nominato RSPP, dovrei fare 40 ore di aggiornamento (per recuperare l'ultimo quinquennio) o 100 ore (di cui 60 con l'accordo del 2006 e 40 con quello del 2016 per recuperare i due quinquenni)?

Risposta

Nel suo caso la data di riferimento è il 15/5/2008 (data di entrata in vigore del D. Lgs. 81/08); gli obblighi di aggiornamento partono da quella data e riguardano, a questo punto, due quinquenni.
Il "debito orario" in questo caso sarebbe di 80 ore (40 per ogni quinquennio) da effettuare con le varie modalità previste (comprese e-learning, partecipazione a seminari e convegni) secondo le indicazioni e limitazioni che l'Accordo prevede.

(Gennaio 2019)