Seguici su

Quesito 024/2017

prevenzio.net

Domanda

Sono a richiedere parere in merito alla mansione di addetto dei servizi di vigilanza fissa o ispettiva (guardia giurata, trasporto valori, vigilanza fissa, etc.), ovvero mansioni che comportano il possesso di porto d'arma rilasciato per il suddetto servizio da Prefettura e/o Questura.
Mentre l'All. 1 del l Provv. 16 marzo 2006 in termini di attività lavorative che comportano un elevato rischio di infortuni sul lavoro ovvero per la sicurezza, l'incolumità o la salute dei terzi individua (bevande alcoliche) chiaramente al punto 7 tali mansioni (mansioni comportanti l'obbligo della dotazione del porto d'armi, compreso le attività di guardia particolare e giurata - l'All. 1 del Provv. 30 ottobre 2007 inerente le mansioni che comportano particolari rischi per la sicurezza, l'incolumità e la salute dei terzi (sostanze stupefacenti e/o psicotrope) il punto 3 individua mansioni facenti Funzioni operative proprie degli addetti e dei responsabili della produzione, del confezionamento, della detenzione, del trasporto e della vendita di esplosivi.
Gli addetti al servizio di vigilanza fissa o ispettiva di cui sopra, devono eseguire l'accertamento per l'individuazione di sostanze stupefacenti/psicotrope ai sensi del Provvedimento 18 settembre 2008?

Risposta

Sulla base dei riferimenti normativi citati nel quesito, si ritiene che la mansione di vigilanza ispettiva o fissa non sia assimilabile a quella di "addetti e responsabili della produzione, del confezionamento, della detenzione, del trasporto e della vendita di esplosivi" e pertanto tali addetti non debbano essere sottoposti agli accertamenti previsti dal Provvedimento 30 Ottobre 2007 in materia di accertamenti di assenza di tossicodipendenza.
Si ricorda comunque come il Decreto 28 aprile 1998 "Requisiti psicofisici minimi per il rilascio ed il rinnovo dell'autorizzazione al porto di fucile per uso di caccia e al porto d'armi per uso difesa personale" preveda "Costituisce altresì causa di non idoneità l'assunzione anche occasionale di sostanze stupefacenti e l'abuso di alcool e/o di psicofarmaci"

(Settembre 2017)