Seguici su

Quesito 009/2014

prevenzio.net

Formatore sprovvisto di accreditamento

Domanda

Come previsto dall'accordo stato-regioni del 22/02/2012 gli addetti alla conduzione di particolari attrezzature devono ricevere adeguata formazione ed addestramento in conformità all'accordo stesso. Nel caso di lavoratori formati lo scorso giugno 2013 ai sensi dell'art. 73 del D. Lgs.81/08 da soggetti formatori con esperienza documentata nella formazione in materia di salute e sicurezza, ma privi di accreditamento tale formazione è valida? Inoltre e soprattutto in caso di eventuali infortuni causati dal comportamento del lavoratore formato, il datore di lavoro potrebbe vedersi ascritta una responsabilità nella scelta del soggetto formatore sprovvisto di accreditamento?

Risposta

La formazione prevista per le specifiche attrezzature indicate nell'Accordo 22-2-2012 può essere effettuata sia da soggetti attuatori accreditati secondo quanto previsto dalla DGR 105 del 2010 che da altri soggetti non accreditati ma autorizzati secondo quanto previsto dalla L. R. 12/03 (art. 34). Sono autorizzabili a tale scopo le aziende produttrici, distributrici, noleggiatrici di attrezzature o anche semplicemente utilizzatrici nei confronti dei propri lavoratori. I soggetti attuatori devono, comunque, dimostrare di possedere: 1) esperienza documentata di almeno tre anni alla data di entrata dell'Accordo (12/03/2013), maturata nella formazione per le specifiche attrezzature oggetto dell'Accordo stesso; oppure 2) esperienza documentata di almeno sei anni alla data di entrata dell'Accordo (12/03/2013) maturata nella formazione in materia di salute e sicurezza del lavoro. Il datore di lavoro è tenuto a verificare che le strutture o enti a cui affida la formazione dei propri lavoratori abbia i requisiti per svolgere questa attività; la mancanza dei requisiti può rendere non valida la formazione eseguita. Di fronte ad un infortunio sul lavoro, chiaramente dovuto ad un deficit formativo dei soggetti coinvolti, il datore di lavoro potrebbe essere chiamato a rispondere anche della scelta errata dei soggetti a cui ha affidato i compiti formativi specifici.

(Febbraio 2014)