Seguici su

Quesito 43/2013

prevenzio.net

Condizioni per RSPP esterno

Domanda

Un'azienda organizzata con due insediamenti (uno prettamente produttivo e quindi si può dire "industriale" con circa 85 lavoratori dipendenti e uno con gli uffici amministrativi, commerciali, tecnici ed i laboratori di ricerca e sviluppo e industrializzazione prodotto con 130 dipendenti), unico D.L. e unica P.IVA può avere l'RSPP esterno?

Risposta

L'articolazione organizzativa minima a cui fare riferimento nella nomina del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), indicata nell'art. 31 del D. Lgs. 81/08, è rappresentata dalla unità produttiva. Si può parlare però di unità produttiva solo se sono garantiti i due requisiti indicati nell'art. 2 dello stesso decreto: autonomia finanziaria e tecnico-funzionale. Se i due insediamenti citati nel quesito hanno queste caratteristiche possono essere considerate strutture diverse e autonome, per ognuna delle quali, quindi, può essere nominato un RSPP esterno (anche lo stesso, ovviamente), venendo meno uno dei vincoli richiamati dal comma 6 dell'art. 31 (aziende industriali con più di 200 lavoratori). In questo caso, infine, si tratterebbe di rendere distinti tra le due unità produttive anche tutti gli altri obblighi previsti dalla norma, a partire dalla valutazione dei rischi.

(Agosto 2013)