Seguici su

Quesito 06/2013

prevenzio.net

Aggiornamento direttive di prodotto e uso macchinari

Domanda

Nel caso di un'impresa che conceda in uso ad altra impresa macchinari costruiti precedentemente all'emanazione di specifiche disposizioni legislative, l'impresa che riceve le macchine (posta l'attestazione da parte del concedente della conformità all'allegato V del D. Lgs. 81/08) può utilizzarle senza problemi? In definitiva la domanda verte sull'interpretazione del concetto di "messa a disposizione" riportato nell'art. 70 comma 2: tale messa a disposizione è da intendersi come la messa a disposizione del macchinario ai lavoratori dell'impresa ricevente? In questa caso, essendo tale messa a disposizione successiva all'emanazione di specifiche leggi (nonostante la macchina sia stata costruita precedentemente), l'articolo deve essere interpretato nel senso che tali macchine, pur essendo conformi all'allegato V, non possono comunque essere utilizzate?

Risposta

Per specifiche disposizioni legislative e regolamentari sono da intendersi i decreti di recepimento delle direttive di prodotto UE (es.: Macchine, Atex, EMC, …) che naturalmente entrano in vigore sul territorio nazionale dopo essere stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale. Questo significa che in Italia possono contestualmente trovarsi attrezzature marcate CE, se inserite sul mercato dopo il recepimento della direttiva di riferimento, e non marcate CE (pur essendo simili se non addirittura uguali alle prime), se immesse sul mercato prima. Vi è inoltre il caso di attrezzature non marcate CE perché non esiste una direttiva di prodotto dedicata (es. attrezzi per lavoro elettrico: giraviti, cercafase, forbici, …). Tutte le attrezzature possono essere quindi messe a disposizione dei lavoratori purché rispettino i RES (requisiti essenziali di sicurezza) previsti dalle norme di riferimento: - i RES della direttiva pertinente per quelle marcate CE, - i RES elencati nell'allegato V del D. Lgs. 81/08 per quelle non marcate CE. Per quanto riguarda la messa a disposizione dei lavoratori si fa riferimento al datore di lavoro che fornisce ai propri dipendenti le attrezzature da utilizzare per compiere le operazioni di lavoro: in questo caso siamo nel campo di applicazione degli artt. 70 e 71 del D. Lgs. 81/08. La concessione in uso riguarda un soggetto che a titolo oneroso o gratuito cede l'attrezzatura a un datore di lavoro che la metterà a disposizione dei propri dipendenti: siamo nel campo di applicazione dell'art. 72 del D. Lgs. 81/08. Il datore di lavoro, anche in presenza dell'attestazione/documentazione di conformità dell'attrezzatura, non è comunque esentato dalla verifica di rispondenza ai RES attraverso il percorso di valutazione dei rischi a cui è tenuto obbligatoriamente.

(Marzo 2013)