Seguici su

Quesito 49/2012

prevenzio.net

RSPP esterno e numero minimo lavoratori

Domanda

Rileggendo per l'ennesima volta l'art. 31 mi pare di capire che per un'azienda diversa da quelle evidenziate al comma 6, il datore di lavoro possa nominare un RSPP esterno indipendentemente dal numero dei lavoratori complessivamente impiegati.

Ad esempio, un'azienda che si occupa di logistica, piuttosto che un'azienda agricola di un grosso gruppo od, ancora, una che opera con diverse unità operative sul territorio nazionale ma non rientrante nella definizione di "... Aziende industriali con oltre 200 lavoratori" può nominare un RSPP esterno? In altre parole, vale il principio che "ciò che non è vietato è permesso?".

Risposta

L'interpretazione è giusta. Solo nei casi espressamente previsti al comma 6 dell'art. 31 il Servizio di Prevenzione e Protezione deve essere obbligatoriamente interno all'azienda. In tutti gli altri casi può anche essere esterno.

(Giugno 2012)