Seguici su

Quesito 21/2012

prevenzio.net

Impiego segaossi

Domanda

In riferimento ad una vs risposta del febbraio 2008 relativa ad un quesito relativo all'impiego della segaossi (utilizzo spingipezzo), gradiremo sapere se, a vs parere, sia legittimo non impiegare lo spingipezzi in considerazione ai requisiti del D. Lgs. 81/2008 - allegato V - p.to 6.5 (quando per effettive esigenze di lavorazione non sia possibile proteggere... gli organi dei lavoratori... deve essere limitata al minimo indispensabile... e devono adottarsi misure per ridurre al minimo il pericolo)

Risposta

Il DLgs. 81/08 cambia nella forma ma non nella sostanza il dettato normativo in merito alle attrezzature a cui si fa riferimento nel quesito. Si ritiene quindi di poter ribadire la validità della risposta formulata al quesito del febbraio 2008.

= Per chiarezza si riportano in coda il questito e la risposta di febbraio 2008 =

Quesito
E' legittimo realizzare una scheda di uso sicuro per la segaossi nella quale si norma quando questa si può utilizzare senza l'utilizzo del pressore o spingipezzo (come la rifilatura del lombo con mani lontane dalla lama e impossibili da realizzare con il pressore)? Nel caso di infortunio l'azienda rischia la condanna per avere disposto la "rimozione di una protezione"? La norma uni en 12268:2004 prevede sempre la presenza del pressore mentre l'art. 47 del dpr 547/55 prevede la rimozione temporanea delle sicurezze e dice "le protezioni ed i dispositivi di sicurezza delle macchine non devono essere rimossi se non per necessità di lavoro. Qualora essi debbano essere rimossi dovranno essere immediatamente adottate misure atte a mettere in evidenza e a ridurre al limite minimo possibile il pericolo che ne deriva. La rimessa in posto della protezione o del dispositivo di sicurezza deve avvenire non appena siano cessate le ragioni che hanno reso necessaria la loro temporanea rimozione.

Risposta
La norma tecnica deve essere intesa come uno strumento, non obbligatorio, per il rispetto della norma di legge, basandosi sul principio della presunzione della conformità.
In ogni caso, dunque, l'obbligo ineludibile consiste nel rispetto della norma di legge (nello specifico il d.p.r. 547/55).
Per questo motivo possiamo ritenere che una scheda di sicurezza redatta secondo i principi enunciati nella domanda possa considerarsi a norma.

(Gennaio 2012)