Seguici su

XII Settimana della conciliazione delle Camere di commercio

Giustizia alternativa: nelle Camere di commercio si "fa pace" in un mese e mezzo. 79mila i procedimenti depositati dall'avvio dell'obbligatorietà, +10% la crescita nel 2015

Quasi 79mila procedimenti di mediazione depositati presso gli Organismi delle Camere di commercio dall'avvio della obbligatorietà del tentativo di conciliazione (marzo 2011); 45 giorni la durata media per la risoluzione di questi contenziosi; 124mila euro il valore dei procedimenti. Sono i numeri della mediazione civile e commerciale svolta dagli Sportelli di conciliazione delle Camere di commercio che, nei primi 9 mesi del 2015, hanno visto crescere di un altro 10% il totale dei procedimenti per oltre 15mila mediazioni. Notevole il lavoro svolto dalle 102 strutture iscritte presso il Registro tenuto dal Ministero di Giustizia. Queste ultime, che a giugno 2014 rappresentavano solo l'11% degli Organismi accreditati, hanno ricevuto il 21% del totale dei contenziosi depositati in un anno, consentendo, al 27% di coloro che avevano deciso di partecipare all'incontro di mediazione, di risolvere la controversia. Il settore che assomma il maggior numero di procedimenti depositati preso gli sportelli camerali tra settembre 2014 e settembre 2015 è quello dei contratti bancari, ambito al quale appartengono il 20,6% del totale delle controversie.

Questi alcuni elementi dell'attività in materia di giustizia alternativa svolta dal sistema camerale, impegnato dal 2 al 6 novembre 2015 nella XII Settimana della conciliazione, il tradizionale appuntamento promosso da Unioncamere e realizzato dalle Camere di commercio per diffondere le informazioni sulle novità ed i vantaggi della mediazione.