Seguici su

Bando "Fermenti" per favorire idee, progetti e iniziative dei giovani

Scadenza 3 giugno 2019 ore 14,00

Il Bando è un'iniziativa della Presidenza del Consiglio dei Ministri, gestita dal Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio Civile Universale, finalizzata a:

  • favorire e sostenere idee, progetti e iniziative capaci di attivare i giovani rispetto alle sfide sociali individuate come prioritarie per le comunità;
  • promuovere l'uguaglianza per tutti i generi;
  • promuovere la creazione di nuove opportunità di partecipazione inclusiva alla vita economica, sociale e democratica per i giovani;
  • agevolare lo sviluppo di progettualità a vocazione sociale.

Le risorse disponibili sono a pari 16 milioni di euro.

Il bando offre un sostegno tecnico e finanziario alle iniziative progettuali, a carattere locale e/o nazionale, dei giovani.

Progetti ammissibili

Il Bando finanzia proposte progettuali e progetti esecutivi volti ad affrontare una o più delle seguenti sfide sociali:

  • uguaglianza per tutti i generi
  • inclusione e partecipazione
  • formazione e
  • spazi, ambiente e territorio
  • autonomia, welfare, benessere e salute.

Per essere considerate ammissibili, le proposte progettuali devono:

  • prevedere azioni coerenti con almeno una delle sfide sociali previste dal Bando;
  • prevedere l'impiego, in termini di risorse umane, di giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni nella misura di almeno il 70% delle professionalità individuate nel piano finanziario;
  • proporre - nel caso in cui sia previsto l'utilizzo di beni mobili e/o immobili solo beni idonei all'attività prevista e in regola con la vigente normativa in materia

Destinatari

Possono presentare domanda esclusivamente:

a) Gruppi informali. Il "gruppo informale" è un'aggregazione spontanea composta da un minimo di 3 a un massimo di 5 componenti, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, interessati a costituire un soggetto del terzo settore per realizzare iniziative progettuali, a carattere locale e/o nazionale, finalizzate a rispondere a sfide sociali considerate fondamentali per i giovani.

Il gruppo informale, nel caso in cui il progetto sia stato valutato come valido e risulti pertanto utilmente inserito nella graduatoria preliminare, si deve impegnare a costituirsi in uno dei soggetti qualificati come enti del Terzo settore, entro e non oltre i 60 gg successivi alla pubblicazione della graduatoria stessa.

b) Associazioni Temporanee di Scopo (ATS) - tra soggetti qualificati come enti del Terzo settore, costituite da un massimo di 3 enti (incluso il Capofila), i cui organi direttivi siano costituiti per la maggioranza da giovani tra i 18 e i 35 anni, in possesso dei necessari requisiti.

L'associazione temporanea di scopo (ATS) è un accordo in base al quale i partecipanti conferiscono ad uno di essi (definito Capofila) un mandato di rappresentanza nei confronti di un soggetto finanziatore (nel caso del Bando Fermenti, il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale), per la realizzazione di un progetto di interesse comune.

I partecipanti alle ATS non ancora costituite, presentando la domanda di partecipazione, si impegnano a costituire formalmente l'ATS entro 60 giorni successivi alla data di pubblicazione della graduatoria preliminare, qualora il relativo progetto risulti utilmente presente in tale graduatoria.

La richiesta di finanziamento pubblico per ciascuna proposta progettuale e progetto esecutivo, presentata da un "gruppo informale", a pena di esclusione, non può essere inferiore ad € 30.000,00 né superiore ad € 100.000,00.

La richiesta di finanziamento pubblico per ciascuna proposta progettuale e progetto esecutivo, presentata da una ATS, a pena di esclusione, non può essere inferiore ad € 100.000,00 né superiore ad € 450.000,00.

Modalità operativa

La domanda potrà essere presentata esclusivamente inviando la documentazione via PEC all'indirizzo entro e non oltre le ore 14.00 del 3 giugno 2019.

La verifica della ammissibilità delle domande di partecipazione e la valutazione di merito delle proposte progettuali è effettuata da un'apposita Commissione.

La Commissione procede alla valutazione delle proposte progettuali e all'attribuzione a ciascuna di esse di un punteggio di merito espresso in centesimi, utilizzando i criteri elencati nell'art. 7 del bando.

I soggetti proponenti, la cui proposta progettuale è stata valutata idonea nella graduatoria preliminare, devono elaborare i progetti esecutivi delle rispettive proposte progettuali, che saranno valutati successivamente ed eventualmente ammessi alla graduatoria definitiva.

Il Dipartimento rende disponibili a titolo gratuito servizi di accompagnamento sotto forma digitale alla predisposizione delle proposte progettuali ed una sessione di mentoring della durata di due giorni finalizzata all'elaborazione dei progetti esecutivi.

Entro il termine di 60 giorni dalla data di pubblicazione della graduatoria preliminare, i soggetti proponenti, le cui proposte progettuali sono state valutate idonee allo sviluppo, presentano al Dipartimento la domanda di finanziamento completa del progetto esecutivo.

Link

Bando

Fermenti