Bando regionale per investimenti vino 2024/2025

Domande on line fino alle ore 13:00 del 30 aprile 2024
Stato
Aperto
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Destinatari
  • Imprese
Ente
  • Regione Emilia-Romagna
Data di pubblicazione 12/03/2024
Scadenza termini partecipazione 30/04/2024 13:00
Chiusura procedimento 02/05/2024

La Regione Emilia-Romagna concede contributi a fondo perduto per investimenti materiali e/o immateriali in impianti di trattamento e in infrastrutture vinicole, nonché in strutture e strumenti di commercializzazione del vino diretti a migliorare il rendimento globale dell'impresa e ad aumentarne la competitività.

Le risorse finanziarie disponibili per tale programma sono di 6.500.000,00 €.

Interventi ammessi

I progetti proposti dovranno costituire un lotto funzionale e quindi non saranno ammessi progetti comprendenti solo opere murarie/strutturali che non prevedano il completamento con impianti fissi e attrezzature di lavorazione.

Sono ammissibili al contributo le spese per investimenti materiali e immateriali per le seguenti azioni quali:

  1. costruzione/ristrutturazione di immobili strumentali allo svolgimento dell'attività vitivinicola, con esclusione degli interventi che riguardino punti vendita non attigui alla sede di lavorazione delle uve e/o vino;
  2. acquisto di impianti, macchinari ed attrezzature specifici per l'attività di trasformazione e/o commercializzazione;
  3. arredi ed allestimenti finalizzati alla funzionalità di punti vendita diretta al consumatore finale dei prodotti aziendali;
  4. creazione e/o implementazione di siti internet, finalizzati all'e-commerce;
  5. acquisto di software destinati esclusivamente alla gestione delle operazioni di cantina;
  6. spese tecniche, quali onorari di professionisti e consulenti, direttamente riconducibili agli investimenti proposti.

L'attività di "costruzione/ristrutturazione" di immobili comprende: opere edili ed affini propriamente dette, opere edili complementari, strutture prefabbricate, impianti fissi quali impianti elettrico – idrico – termico – e impianti fotovoltaici. La spesa ammissibile per questa attività non potrà superare il 70% dell'importo totale degli investimenti con esclusione della voce relativa alle spese tecniche.

In relazione alla voce 3 "arredi ed allestimenti finalizzati alla funzionalità di punti vendita diretta al consumatore finale dei prodotti aziendali" sono ammissibili l'acquisto di attrezzature ed arredi per l'allestimento di punti vendita al dettaglio finalizzati esclusivamente all'esposizione e alla degustazione dei prodotti in loco. La spesa massima ammissibile per questa azione è pari a 80.000,00 €.

La voce di spesa di cui al punto 6 "spese tecniche, quali onorari di professionisti e consulenti" non può superare il 5% del costo complessivo del progetto.

Agevolazione

L'azione si concretizza nell'erogazione di incentivi, sotto forma di contributi a fondo perduto, a fronte di investimenti materiali ed immateriali che siano:

  • destinati a migliorare il rendimento globale dell'impresa, a migliorare i risparmi energetici e l'efficienza energetica globale;
  • conformi alle norme comunitarie applicabili all'investimento interessato;
  • finalizzati a consolidare o aumentare la competitività dell'impresa stessa, con particolare riferimento all'innovazione di processo e/o di prodotto.

Possono essere presentati progetti con durata:

  • annuale: il pagamento del saldo avverrà nell'esercizio finanziario 2024/2025;
  • biennale: il pagamento del saldo avverrà nell'esercizio finanziario 2025/2026.

La durata del progetto annuale o biennale dovrà essere dichiarata al momento della presentazione della domanda di sostegno.

Gli investimenti finanziati dal presente bando devono essere realizzati sul territorio della Regione Emilia-Romagna.

L'intensità dell'aiuto, calcolata sul totale della spesa ammissibile, è fissata:

  • nel 40% per le micro, piccole e medie imprese;
  • nel 20% per le imprese intermedie;
  • nel 19% per le grandi imprese.

Gli investimenti proposti dovranno essere di un importo minimo di 20.000,00 € e massimo di 1.500.000,00 €, pena la non ammissibilità della domanda.

Per le imprese agricole la soglia massima è determinata calcolando 80.000,00 € di spesa ammissibile per ettaro di vigneto posseduto. In ogni caso la soglia massima non potrà essere superiore a 1.500.000,00 €.

Destinatari

L'aiuto viene accordato a imprese che svolgono almeno una delle seguenti attività:

produzione di mosto da uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da esse stesse prodotte, acquistate o conferite da soci, anche ai fini della sua commercializzazione;

produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da esse stesse ottenuti, acquistati o conferiti da soci, anche ai fini della sua commercializzazione;

l'elaborazione, l'affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione; sono escluse dal contributo le imprese che effettuano la sola attività di commercializzazione dei prodotti;

produzione di vino attraverso la lavorazione delle proprie uve da parte di terzi vinificatori, qualora la domanda sia volta a realizzare ex novo un impianto di trattamento o una infrastruttura vinicola, anche ai fini della commercializzazione.

Non rientrano in queste categorie di beneficiari, coloro che lavorano prevalentemente (più del 50% delle uve trattate) prodotti in conto lavorazione.

Modalità operativa

La domanda può essere presentata fino alle ore 13:00 del 30/04/2024 attraverso modalità on-line compilando la specifica modulistica prodotta dal SIAG – Sistema Informativo Agricolo di Agrea. A tal fine è necessario accreditarsi alla piattaforma con procedura Agrea: https://agreagestione.regione.emilia-romagna.it/siag/login.action

Link

Intervento Investimenti vino - Annualità 2024/2025

Contatti

Regione Emilia-Romagna
Tel.: 0515274319/4512
Pec: agrsai1@postacert.regione.emilia-romagna.it