Bando per l'attrazione di investimenti in Emilia Romagna

Domande dal 20 luglio 2022 al 14 ottobre 2022
Stato
Aperto
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Destinatari
  • Imprese
Ente
  • Regione Emilia-Romagna
Data di pubblicazione 13/07/2022
Scadenza termini partecipazione 14/10/2022 12:00
Chiusura procedimento 17/10/2022

Obiettivo del bando regionale è raccogliere proposte per la realizzazione di investimenti strategici ad elevato impatto occupazionale che comprendano, prioritariamente, attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzati a sviluppare e diffondere significativi avanzamenti tecnologici per il sistema produttivo e alla realizzazione di nuovi risultati di rilevanza tecnologica ed industriale di interesse per le filiere produttive regionali.

La dotazione finanziaria del bando per le annualità 2023-2024 è pari ad Euro 13.268.000,00.

Interventi ammissibili

I progetti di ricerca industriale tesi a sviluppare significativi avanzamenti tecnologici per il sistema produttivo regionale devono prevedere un incremento occupazionale pari ad almeno 20 nuovi addetti con contratto a tempo indeterminato e a tempo pieno (di cui almeno il 30% laureati), rispetto al numero totale di addetti impiegati in Emilia-Romagna alla data di approvazione del bando.

Tra le componenti del programma di investimento presentato, saranno eleggibili per il cofinanziamento uno o più progetti rientranti nelle seguenti tipologie:

  • A) interventi finalizzati alla creazione di un'infrastruttura di ricerca (tipologia A);
  • B) interventi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale (tipologia B); l'ammissibilità di almeno un intervento della categoria B, è requisito necessario per accedere alle agevolazioni previste dal bando;
  • C) interventi di formazione connessi, correlati e definiti in funzione dei fabbisogni di competenze per la realizzazione del Programma (tipologia C);
  • D) interventi di investimento nella tutela dell'ambiente finalizzati alla produzione di energia da fonti rinnovabili (tipologia D);
  • E) interventi di investimento produttivo delle PMI sul territorio regionale e delle grandi imprese solo nelle aree assistite individuate all'art. 22.5 del Bando (tipologia E); i progetti di tipologia E) possono essere presentati dalle sole imprese che non abbiano sedi registrate in Emilia-Romagna al momento dell'approvazione del bando.

Gli interventi delle varie tipologie, che compongono il programma di investimento, possono essere avviati soltanto successivamente alla presentazione dell'istanza di partecipazione al bando. Le spese saranno ammissibili a partire dal 1 gennaio 2023.

Il programma di investimento, oggetto del contributo, deve essere completato entro il 31 dicembre 2024.

Progetti Tipologia A)

Investimenti ammissibili

Sono ammissibili a finanziamento gli investimenti materiali ed immateriali connessi alla realizzazione di un'infrastruttura di ricerca, con investimento ammissibile minimo pari a 0,5 milioni di Euro.

Spese ammissibili

  • Impianti strettamente funzionali alle attività di ricerca dell'infrastruttura
  • Attrezzature
  • Programmi informatici
  • Brevetti
  • Licenze
  • Know-how e conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie

Intensità dell'aiuto

E' possibile presentare un solo intervento:

  • importo massimo dell'intervento 10 M/€
  • importo minimo dell'intervento 0.5 M/€
  • 50% dei costi ammissibili
  • contributo max 1 M/€

Progetti Tipologia B)

Investimenti ammissibili

Sono ammissibili a finanziamento uno o più interventi di ricerca e sviluppo, che abbiano lo scopo di introdurre sul mercato nuovi prodotti o servizi o di adottare nuove tecnologie di produzione che prevedano nuovi investimenti e ampliamenti produttivi sul territorio regionale. Gli interventi dovranno prevedere costi ammissibili non inferiori a 2 milioni di Euro.

Spese ammissibili

  • Spese per nuovo personale di ricerca, con contratto a tempo indeterminato, assunto dopo la presentazione della domanda
  • Spese per personale adibito ad attività di ricerca (con laurea di tipo tecnico-scientifico o esperienza almeno decennale nel campo della ricerca e sperimentazione)
  • Spese per il personale adibito a funzioni di produzione, o personale di ricerca non laureato o con esperienza inferiore a 10 anni
  • Spese per l'acquisto o locazione di strumenti e impianti
  • Spese per l'acquisto di servizi ad altro contenuto di ricerca scientifica e tecnologica
  • Spese sostenute per la costruzione di macchinari prototipali fisicamente riscontrabili (impianti pilota, macchinari, robot, linee produttive sperimentali), nella misura massima del 20% della somma delle spese di cui ai punti precedenti;
  • Spese generali calcolate nella misura forfettaria del 15% del totale delle spese dei primi tre punti precedenti

Intensità dell'aiuto

E' possibile presentare più interventi:

  • importo massimo di ogni intervento 10 M/€
  • importo minimo dell'intervento 2 M/€
  • Ricerca industriale: 50% dei costi ammissibili
  • Sviluppo sperimentale: 25% dei costi ammissibili;
  • contributo max 4 M/€ totale

Progetti Tipologia C)

Investimenti ammissibili

Sono ammissibili gli interventi che hanno l'obiettivo di formare le competenze funzionali e correlate alla piena realizzazione dei programmi di investimento. Gli interventi possono configurarsi come prima formazione per i neoassunti e/o come azioni di riqualificazione/aggiornamento dei lavoratori.

Gli interventi possono essere realizzati direttamente dall'impresa, anche con il supporto di Enti di formazione accreditati ai sensi delle disposizioni regionali.

Spese ammissibili

  • le spese ammissibili sono quelle previste dal regime di aiuti istituito con Delibera di Giunta regionale n. 1029 del 20/06/2022 in conformità a quanto disposto dall'art. 31.3 del Regolamento UE n. 651/2012

Intensità dell'aiuto

  • 50% dei costi ammissibili
  • + 20% per Piccole Imprese fino ad un'intensità massima del 70%
  • contributo max 0,2 M/€

Progetti Tipologia D)

Investimenti ammissibili

E' finanziabile un solo progetto per questa categoria di aiuti.

Sono ammissibili investimenti che abbiano lo scopo di promuovere la produzione di energia da fonti rinnovabili per l'autoconsumo.

Spese ammissibili

  • Impianti (comprese le opere accessorie) e attrezzature destinati all'intervento specifico e volti ad adattare i metodi di produzione
  • Programmi informatici (connessi all'intervento agevolabile)
  • Brevetti
  • Licenze
  • Know-how e conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi

Intensità dell'aiuto

E' possibile presentare un solo intervento:

  • importo massimo dell'intervento 10 M/€
  • importo minimo dell'intervento 0.5 M/€
  • 30%-45% grandi imprese
  • 40%-55% media imprese
  • 50%-65% piccole imprese
  • + 5% aree assistite
  • contributo max 0,5 M/€

Progetti Tipologia E)

Investimenti ammissibili

E' ammissibile a finanziamento un progetto di investimento in beni materiali e/o immateriali per interventi funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello "Industria 4.0".

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese per l'acquisto di beni materiali e/o immateriali funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello "Industria 4.0". In particolare:

  • Advanced manufacturing solutions
  • Additive manufacturing
  • Realtà aumentata
  • Simulation
  • Integrazione orizzontale e verticale
  • Internet of things e Industrial Internet
  • Cloud
  • Cybersecurity
  • Big data e Analytics

Intensità dell'aiuto

E' possibile presentare un solo intervento:

  • importo massimo dell'intervento 10 M/€
  • importo minimo dell'intervento:
    a) 0,5 M/€ per le PMI
    b) 1 M/€ per le grandi imprese
  • Piccole Imprese:
    35% per investimenti da realizzare nei territori della provincia di Ferrara;
    30% per investimenti da realizzare nei territori della provincia di Piacenza - max 0,5 milione di Euro
  • Medie imprese:
    25%
    per investimenti da realizzare nei territori della provincia di Ferrara;
    20% per investimenti da realizzare nei territori della provincia di Piacenza - max 0,5 milione di Euro;
  • Grandi imprese:
    15%
    per investimenti da realizzare nei territori della provincia di Ferrara;
    10% per investimenti da realizzare nei territori della provincia di Piacenza - max 0,5 milione di Euro;

Per le domande risultati ammissibili, riferite alle varie tipologie di intervento, la Regione Emilia-Romagna procede all'adozione di uno o più provvedimenti di concessione e alla sottoscrizione dell'Accordo con l'impresa beneficiaria del contributo, i cui contenuti sono definiti in base all'art. 7 della L.R. n. 14/2014. Con tale accordo vengono individuate le modalità ed i tempi per la realizzazione ed il finanziamento del Programma di investimento presso l'unità locale produttiva della medesima impresa beneficiaria nel territorio della Regione Emilia-Romagna.

Destinatari

Possono presentare domanda di partecipazione le imprese che esercitano attività diretta alla produzione di beni e di servizi:

  • già presenti con almeno una unità locale in Emilia-Romagna che intendono realizzare investimenti addizionali secondo quanto previsto dall'art. 2 del bando;
  • non ancora attive in Emilia-Romagna, ma che intendono investire sul territorio regionale e il cui programma di investimento ricomprende uno o più interventi tra quelli previsti dall'art. 2 del bando, ossia gli interventi di tipologia A - B - C - D - E.

Modalità operativa

La domanda deve essere presentata con modalità telematica tramite applicativo informatico Sfinge 2020 a partire dal 20 luglio 2022 e fino alle ore 12.00 del 14 ottobre 2022.

Normativa

Delibera Giunta Regionale n. 1098 del 04/07/2022

Link

Regione Emilia-Romagna: Attrazione investimenti in Emilia-Romagna, accordi regionali di insediamento e sviluppo delle imprese - Anno 2022

Contatti

Contact point Art-ER:
dal lunedì al venerdì, 9.30-13.00
tel. 051-6450429
e-mail: infoleggeregionale14@art-er.it

Sportello Genesi Camera di Commercio di Modena
Tel.: 059 208816
Mail: genesi@mo.camcom.it