Seguici su

Pratiche commerciali scorrette con invio di bollettini alle imprese

Si invitano le imprese a fare attenzione in caso di ricevimento di richieste di pagamento ingannevoli

A seguito delle notizie pervenute da alcune camere di commercio, l'Unioncamere ha chiesto l'intervento dell'Autorità garante della concorrenza per verificare la condotta relativa all'invio di bollettini precompilati alle imprese con la richiesta di pagamento per l'iscrizione ad un "Casellario Unico telematico delle Imprese" e parallelamente anche per richieste di iscrizione ad un "Portale imprese".

L'Autorità garante, con i provvedimenti pubblicati nel bollettino allegato, ha stabilito che si tratta di pratiche scorrette, ai sensi del codice del consumo, e ha irrogato una sanzione amministrativa per i responsabili, rispettivamente di 50.000 e di 120.000 euro.

La pratica commerciale posta in essere da entrambe le imprese responsabili dell'illecito consiste nell'aver iscritto, unilateralmente e a loro insaputa, i dati aziendali di imprese italiane in un database, al solo fine di promuovere un abbonamento o pagamento ad un servizio di promozione delle principali informazioni aziendali via internet.

Allegati

Bollettino AGCM n. 3 del 30/01/2017