Seguici su

Regimi amministrativi - Portale impresainungiorno - Rating al RI - Interconnessione Registri imprese UE

Newsletter Registro Imprese/Servizi digitali del 7/07/2017

Regimi amministrativi attività economiche dal 01/07/2017
E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 277 del 26 novembre 2016, il Decreto Legislativo 25 novembre 2016, n. 222, recante "Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell'articolo 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124".          
Il Decreto Legislativo 25 novembre 2016, n. 222, in attuazione della delega di cui all'articolo 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124 e anche sulla base dei principi del diritto dell'Unione europea relativi all'accesso alle attività di servizi e dei principi di ragionevolezza e proporzionalità, provvede alla precisa individuazione delle attività oggetto di procedimento, anche telematico, di comunicazione o segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA) o di silenzio assenso, nonché quelle per le quali è necessario il titolo autorizzativo e introduce le conseguenti disposizioni normative di coordinamento. (Maggiori informazioni)

Online la nuova versione di www.impresainungiorno.gov.it
Più di 200mila visitatori accedono in media ogni mese alla piattaforma www.impresainungiorno.gov.it, ora online in una nuova versione ancora più semplice e immediata che lo conferma come uno degli strumenti più efficaci intorno al quale ruota la strategia di semplificazione degli oneri amministrativi che gravano sulle imprese.
Attualmente sono 3.529 i Comuni che hanno deciso di avvalersi delle Camere di commercio utilizzando i servizi digitali della piattaforma camerale per facilitare le imprese nell'adempimento delle pratiche amministrative necessarie per avviare o gestire un'attività. Ma il portale è comunque il punto di accesso unico di tutti i Suap, anche quelli che non hanno una collaborazione diretta con le Camere di commercio.

La nuova release del portale consente tra l'altro di navigare in modo agevole in tre diverse sezioni che hanno al centro: l'Impresa e il Comune, per conoscere a cosa servono i Suap e fare seguito agli adempimenti; l'lmpresa e la Pa centrale, per adempiere agli altri obblighi amministrativi della pubblica amministrazione; l'Impresa e l'Europa, per ottenere informazioni e assistenza, anche in lingua inglese, qualora si intenda operare in uno dei paesi dell'Unione europea.

Legalità: il rating approda nel Registro delle Imprese
Il Registro delle Imprese si arricchisce di nuove informazioni per mettere a fuoco il profilo di affidabilità delle aziende. Grazie all'intesa tra InfoCamere e Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, a partire dall'autunno prossimo le visure estratte dal Registro delle Imprese delle Camere di Commercio conterranno l'indicazione del rating di legalità rilasciato dall'AGCM alle aziende che ne hanno fatto richiesta e che hanno superato il vaglio dell'Autorità stessa.

Il rating di legalità è uno strumento introdotto nel 2012 volto alla promozione e all'introduzione di principi di comportamento etico in ambito aziendale, tramite l'assegnazione di un riconoscimento - misurato in "stellette" — indicativo del rispetto della legalità da parte delle imprese che ne abbiano fatto richiesta e, più in generale, del grado di attenzione riposto nella corretta gestione del proprio business. Del rating assegnato dall'AGCM, secondo quanto previsto dalla legge, si tiene conto in sede di concessione di finanziamenti da parte delle pubbliche amministrazioni, nonché in sede di accesso al credito bancario.
L'acquisizione al Registro delle Imprese delle informazioni sul rating di legalità rientra nel processo di continuo miglioramento di qualità, completezza e trasparenza delle informazioni presenti nelle banche dati gestite dalle Camere di Commercio, perseguito attraverso l'integrazione di informazioni sulle imprese gestite da altre Pubbliche Amministrazioni.

L'elenco completo delle aziende che finora hanno ottenuto il rating di legalità, con il relativo punteggio, è pubblicato sul sito dell'Autorità (www.agcm.it) e dal prossimo mese di ottobre sarà integrato nelle visure del Registro delle Imprese (www.registroimprese.it) rilasciate dalle Camere di Commercio. Alla fine di aprile 2017, le imprese in possesso delle “stellette” della legalità in Italia sono 3460. L'Emilia-Romagna è la regione leader, con 528 imprese certificate ovvero il 15,3% del totale. In provincia di Modena le imprese con rating di legalità sono in tutto 74.
AGCM Rating di legalità

Interconnessione dei registri delle imprese dell'UE
A seguito dell'adozione della direttiva 2012/17/UE è entrato in funzione l' 8 giugno scorso il sistema di interconnessione dei registri delle imprese a livello dell'UE, realizzato grazie all'impegno congiunto di tutti gli Stati membri e della Commissione europea. Il portale, denominato BRIS - Business Registers Interconnection System garantirà l'accesso alle informazioni sulle società registrate negli Stati membri e renderà possibile, per la prima volta, la comunicazione elettronica tra tutti i registri delle imprese dell'UE, che potranno scambiarsi informazioni sulle succursali estere e sulle fusioni transfrontaliere di società. Grazie a questo sistema, i cittadini, le imprese e le autorità nazionali potranno cercare, attraverso il portale europeo della giustizia elettronica, informazioni depositate dalle società nei registri nazionali. Inoltre il nuovo sistema migliorerà la comunicazione tra i registri, consentendo loro di scambiarsi informazioni attendibili sulle imprese.
Dall'8 giugno, inoltre, hanno acquistato efficacia le nuove specifiche tecniche sancite dal decreto direttoriale del Ministero dello Sviluppo economico datato 12 maggio 2017, relativo a "Integrazione delle specifiche tecniche per la trasmissione delle pratiche al Registro delle imprese ed al REA. Misure necessarie all'attuazione della direttiva BRIS". Il decreto modifica le specifiche tecniche su cui è costruita la modulistica del Registro delle imprese e REA, al fine di adattarlo alle disposizioni della direttiva BRIS (Business Registers Interconnection System).
Portale E-Justice