Seguici su

Seminario settore tessile - Excelsior - Imprese femminili - Imprese giovanili - Fallimenti - Rilevazione GDO

Newsletter del 3/02/2017

Seminario introduttivo del corso gratuito sulle strategie di internazionalizzazione per il settore tessile a cura di IFOA
La Camera di Commercio di Modena è partner del progetto "Strategie di internazionalizzazione - così cresce il settore della moda", realizzato da Ifoa e Sviluppo PMI e rivolto ad imprenditori, manager e figure chiave di imprese aventi sede legale o unità locale in regione Emilia-Romagna che operano nel settore tessile-abbigliamento-calzature.
Gli interessati sono invitati al seminario introduttivo:
"Pensare Globale per rendere l'azienda internazionale con efficienza ed efficacia!"
che si terrà venerdì 9 febbraio 2017 alle ore 14.00 presso la sede della Camera di commercio di Modena in via Ganaceto 134.
Il seminario illustrerà i contenuti e le finalità strategiche del progetto, le opportunità di formazione e consulenza ad hoc per le aziende, le modalità di iscrizione.

Le previsioni di assunzione delle imprese modenesi
In base ai dati dell'indagine Excelsior, svolta da Unioncamere e Ministero del Lavoro, in provincia di Modena nel primo trimestre 2017 si prevedono 3.250 assunzioni di personale dipendente, 2.130 contratti di somministrazione, e 2.560 contratti di collaborazione a progetto e altre modalità di lavoro indipendente. I dipendenti saranno nel 39% assunti stabilmente, ossia con un contratto a tempo indeterminato o di apprendistato, mentre nel 61% saranno a termine (a tempo determinato o altri contratti con durata predefinita); inoltre si concentreranno per il 60% nel settore dei servizi e per il 61% nelle imprese con meno di 50 dipendenti. Riguardo ai profili professionali, il 28% delle assunzioni di dipendenti sarà destinato a dirigenti, specialisti e tecnici (ossia mansioni high skill), una quota ben superiore alla media nazionale che si ferma al 22%. Tuttavia in 27 casi su 100 le imprese prevedono di avere difficoltà a trovare i profili desiderati.

Rimangono costanti le imprese a conduzione femminile
Ammontano a 13.942 le imprese gestite a maggioranza da donne in provincia di Modena alla data del 31/12/2016, diviene così pari al 21,1% il tasso di femminilità delle imprese modenesi. Nel corso dell'anno 2016 si rileva un incremento di 28 imprese, pari a un tasso di sviluppo del +0,2%, mentre le imprese totali sono in lieve calo (-0,4%).
I settori più dinamici appaiono l'alloggio e ristorazione (+1,9%), seguiti dai servizi alle persone (+1,6%) e dal commercio all'ingrosso e al dettaglio (+0,4%). In calo invece la presenza femminile nelle costruzioni (-1,4%), nell'industria manifatturiera (-1,2) e in agricoltura (-0,3%).
La composizione per attività delle imprese gestite da donne è significativamente diversa rispetto al totale delle imprese provinciali: il commercio risulta il settore più rappresentato, con il 25,4% del totale, seguono i servizi alle imprese (20,5%) e l'agricoltura (15,3%).

Le imprese a conduzione giovanile in provincia di Modena
Dall'elaborazione del Centro Studi e Statistica della Camera di Commercio risultano 5.223 le imprese giovanili attive nella provincia di Modena al 31/12/2016, 167 in meno rispetto a dicembre 2015, con una diminuzione pari al -3,1%. Per impresa giovanile si intende una azienda in cui la maggioranza dei soci è composta da imprenditori con meno di 35 anni.
La riduzione maggiore si è verificata nelle costruzioni (-9,8%) seguite dai servizi alle persone (-6,4%) e dalle attività manifatturiere (-3,2%). Invece, in controtendenza rispetto al totale provinciale, crescono del 7,2% in un anno le imprese che svolgono attività agricole gestite da under 35, pari a 18 imprese in più. Positivo anche l'andamento dei servizi alle imprese (+0,8%).
La distribuzione per settori delle imprese gestite da giovani è differente rispetto al totale delle imprese modenesi: i giovani prediligono così il commercio, dove opera il 25,1% delle imprese, seguito dalle costruzioni (21,8%) e dai servizi alle imprese (19,1%). Inferiori alle quote percentuali del totale imprese modenesi invece risultano le ditte in agricoltura (5,2 % di imprese giovani contro il 12,5% provinciale) e nell'industria manifatturiera (10,3% di imprese giovanili contro il 15,0% totale provinciale).
Infine all'interno dell'industria manifatturiera le imprese under 35 si concentrano in tre settori principali: tessile-abbigliamento (29% del totale manifatturiero), fabbricazione di prodotti in metallo (20,2%) e riparazione e manutenzione (11,1%).

In diminuzione i fallimenti in provincia di Modena
Dalle banche dati della Camera di Commercio risultano 169 i fallimenti nel corso del 2016 in provincia di Modena, tredici in meno rispetto al 2015, pari a una variazione del -7,1%.
I settori maggiormente interessati dal fenomeno sono le costruzioni (18%), il metalmeccanico (15%) e le agenzie immobiliari (11%).

Rilevazione sulla Grande Distribuzione a Modena
Anche per l'anno 2017 è partita la rilevazione sulla Grande Distribuzione organizzata che ha visto incrementare nell'ultimo quinquennio i punti vendita di grandi dimensioni come Supermercati e Grandi Magazzini a scapito dei Mini Mercati; mentre le localizzazioni degli Specializzati e degli Ipermercati rimangono costanti su tutto il territorio della provincia con un leggero incremento degli Specializzati nell'ultimo biennio.

CCIAA DI MODENA
Website: www.mo.camcom.it
Twitter: @CamComModena