Seguici su

Corso Agenti e Rappresentanti - Progetto Crescere Imprenditori - Conferenza annuale Centro Studi G.R.O. - Fondo di solidarieta' per il sisma - Protesti - Imprese under 35

Newsletter del 6/09/2016

Corso abilitante per Agenti e Rappresentanti di commercio
E' il corso necessario per svolgere l'attività di Agente e Rappresentante di commercio tenuto dalla Camera di Commercio.
Il corso ha una durata di 120 ore (30 incontri di 4 ore) + esame. Gli incontri si svolgono 4 volte alla settimana il martedì, mercoledì, giovedì, venerdì, dalle ore 17 alle ore 21. La frequenza è obbligatoria. Il calendario completo sarà fornito il primo giorno del corso. Data di inizio del corso: 5 ottobre 2016. Maggiori informazioni

Progetto "Crescere Imprenditori"
Avviso esplorativo per manifestazione d'interesse a partecipare alla procedura negoziata ex art. 36, comma 2, lett. b) del D. Lgs. n. 50/2016 per l'affidamento delle attività connesse all'organizzazione di n. 4 percorsi di servizi di formazione e assistenza personalizzata ad aspiranti imprenditori, nell'ambito del progetto "Crescere Imprenditori".
Avviso pubblico
Scheda adesione manifestazione d'interesse

"Industry 4.0: la rivoluzione della porta accanto"
Conferenza annuale 2016 - Centro studi G.R.O. Associazione per lo studio dell’Impresa - Modena, 20 ottobre 2016
La conferenza, giunta alla sua quarta edizione, presenterà quest’anno esempi concreti di come la PMI emiliana possa trasformare concetti come Internet of Things o Industry 4.0 in nuovi ricavi e nuovi profitti, attraverso gli interventi di esperti del tema e le testimonianze di aziende del territorio. Programma

Sisma: al via il Fondo di solidarietà delle Camere di commercio
L'Unità di coordinamento del sistema camerale per il sostegno alle imprese colpite ha messo a punto una serie di azioni per un rapido riavvio delle attività economiche
Esse prevedono in primo luogo la sospensione del diritto annuale per le imprese danneggiate. A vantaggio di queste ultime, è stato messo a disposizione da InfoCamere un sistema telematico - già utilizzato con le imprese colpite dall'alluvione ligure - che consentirà la comunicazione, da parte degli imprenditori, dei danni subiti. Sempre attivo, inoltre, lo Sportello unico telematico per le attività produttive che, per i comuni di Amatrice e Accumoli (in provincia di Rieti), Campotosto e Montereale (L'Aquila), è gestito dalle Camere di commercio in virtù della convenzione siglata con i rispettivi Comuni.
Il coordinamento ha anche disposto la predisposizione di una corsia "preferenziale" per gli imprenditori che abbiano necessità di dialogare con la propria Camera di commercio.
Infine, verrà costituito presso Unioncamere un Fondo di solidarietà alimentato dai contributi di tutte le Camere di commercio e che sarà diretto proprio ad agevolare la più rapida ripresa delle attività produttive.

Protesti: nel primo semestre 2016 aumenta l'importo complessivo
Nel primo semestre del 2016 si contano in provincia di Modena 2.714 effetti protestati, in calo del 26,29% rispetto al primo semestre del 2014 e del 9,89% rispetto al primo semestre 2015. Anche l'importo di tali effetti è in calo del 27,75% rispetto al 2014, tuttavia confrontato con il primo semestre 2015 mostra un incremento del 30,79%.
In Emilia Romagna, nello stesso periodo, sono stati protestati 14.632 effetti, per un valore totale di quasi 28 milioni di euro. La provincia di Modena si pone al primo posto in regione per numero di effetti protestati, seguita da Bologna e Parma, mentre scende al secondo posto per l'importo totale dei titoli protestati dopo Forlì e prima di Rimini.

Imprese "under 35" in crescita nel II trimestre 2016
Le imprese guidate da giovani attive in provincia di Modena al 30 giugno 2016 sono 4.990 ovvero il 7,5% del totale. Nei mesi da aprile a giugno si sono registrate 299 iscrizioni e 105 cancellazioni, che hanno determinato un saldo positivo di 194 posizioni.
Il contributo delle imprese giovanili alla crescita del sistema imprenditoriale modenese è notevole: le nuove iscritte guidate da imprenditori under 35 rappresentano infatti quasi un terzo (27,2%) del totale iscrizioni del Registro, mentre le cessate giovanili sono solo il 12,7% del totale cessazioni. Nel secondo trimestre dell’anno il bilancio positivo delle imprese costituite dagli under 35 (+194) rappresenta ben il 70% del saldo complessivo provinciale (+277 posizioni).
Questo il ritratto dell’imprenditoria giovanile che emerge dai dati del Registro Imprese della Camera di Commercio pubblicati da Movimprese.