Seguici su

Istat - Diritto Annuale 2015 - Orientamento al lavoro e autoimprenditorialita' - Startup innovative - Premio Impresa Responsabile - Fondo Garanzia PMI

Newsletter del 14/07/2015

Indice Nazionale ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati
-0,1% la variazione annuale dell'indice ISTAT del mese di giugno 2015
Mese giugno 2015
Il numero indice per il mese di giugno (base 2010=100) è pari a: 107,3
Principali variazioni rispetto al mese di giugno 2015
variazione mensile per il periodo maggio 2015 - giugno 2015: +0,1%
variazione annuale per il periodo giugno 2014 - giugno 2015: -0,1%
variazione biennale per il periodo giugno 2013 - giugno 2015: +0,2%

Prossimo comunicato relativo all'indice di luglio 2015: 11 agosto 2015

Diritto annuale 2015
Ai sensi del DPCM 9 giugno 2015 "Proroga dei termini di effettuazione dei versamenti dovuti dai soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati studi di settore" (G.U. n. 134 del 12/06/2015):

  • i contribuenti tenuti ai versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi, da quelle in materia di imposta regionale sulle attività produttive e dalla dichiarazione unificata annuale, entro il 16 giugno 2015, che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore e che dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore al limite stabilito per ciascuno studio di settore, o che presentano cause di esclusione o di inapplicabilità dagli stessi, compresi quelli che adottano il regime di cui all'art. 27, comma 1, del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111, nonchè quelli che applicano il regime forfetario di cui all'art. 1, commi da 54 a 89, della legge 23 dicembre 2014, n. 190;
  • i soggetti che partecipano, ai sensi degli articoli 5,115 e 116 del DPR n. 917/1986, a società, associazioni e imprese con i requisiti sopra indicati,

effettuano il versamento anche del diritto annuale 2015:

  • entro il 6 luglio 2015, senza alcuna maggiorazione;
  • dal 7 luglio 2015 al 20 agosto 2015, maggiorando le somme da versare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo.

Approvato il nuovo intervento camerale a sostegno dell'orientamento al lavoro e all'autoimprenditorialità nelle Scuole secondarie di secondo grado
La Camera di Commercio di Modena ha messo a disposizione 30.000 euro per incentivare e sostenere le Scuole superiori che realizzano progetti di Impresa Formativa Simulata, di creazione d'impresa e di acquisizione di competenze imprenditoriali, oltre che progetti di orientamento al lavoro.

Il bando approvato, che si aprirà dal 1 al 31 ottobre 2015, è stato concordato con le Associazioni imprenditoriali e il Provveditorato, con l'obiettivo di stimolare le scuole a progettare interventi concreti e coinvolgenti di orientamento al lavoro e di autoimprenditorialità.

Modena sesta provincia italiana per numero di startup innovative
Italiani popolo di inventori, o come si direbbe oggi, di "innovatori", visto che dopo due anni e mezzo dalla creazione di questa nuova tipologia di impresa sono già 4.249 le società fondate con l'obiettivo di "sviluppare o commercializzare prodotti e servizi innovativi ad alto valore tecnologico". La regione Emilia Romagna, con 503 startup, è al secondo posto dopo la Lombardia, e la provincia di Modena primeggia: con 111 startup innovative, è la sesta in Italia e seconda in regione dopo Bologna. La quota percentuale sul totale nazionale è del 2,61% mentre in regione si attesta sul 22,07%, ovvero più di una impresa su cinque ha sede nella nostra provincia.

Unioncamere: al via il Premio Impresa Responsabile
Valorizzare l'impegno delle imprese che sanno conciliare gli obiettivi economici con quelli sociali e ambientali, creare modelli di sviluppo sostenibile, facilitare il dialogo tra gli attori della filiera nel rispetto della trasparenza e legalità. E' questo l'obiettivo del Premio Impresa Responsabile, l'iniziativa lanciata da Unioncamere, in collaborazione con Terzocanale e con il Salone della CSR e dell'Innovazione sociale e con il contributo delle Camere di Commercio. Tre le categorie alle quali verrà assegnato lo speciale riconoscimento: Grande impresa Responsabile, PMI Responsabile, Start-up innovativa Responsabile. In palio alla prima azienda classificata di ciascuna delle categorie andrà un cortometraggio promozionale di 6 minuti sull'impresa realizzato da Sky Reteconomy.

Le aziende che intendono candidarsi potranno farlo fino al 7 agosto 2015 accedendo al sito www.csr.unioncamere.it.

Fondo Garanzia PMI - imprenditoria femminile
E' stato registrato dalla Corte dei conti il decreto di approvazione dell'Atto aggiuntivo alla Convenzione stipulata il 14 marzo 2013 tra il Dipartimento per le pari opportunità, il Ministero dello sviluppo economico e il Ministero dell'economia e delle finanze, per l'estensione anche alle professioniste - iscritte agli ordini professionali o aderenti alle associazioni professionali iscritte nell'elenco tenuto dal Ministero dello sviluppo economico - della possibilità di accedere agli interventi della Sezione speciale "Presidenza del Consiglio dei ministri-Dipartimento per le pari opportunità" del Fondo di garanzia per le PMI.