Seguici su

Saloni orientamento 2018 - Movimprese - Andamento artigianato e commercio

Newsletter economico-statistica e promozionale del 25/10/2018

SALONI ORIENTAMENTO 2018
La CCIAA organizza per le famiglie dei ragazzi di terza media 6 incontri specifici sugli sbocchi occupazionali e sui profili più richiesti
A partire dal 2018 la Camera di commercio, in occasione dei Saloni orientamento di Modena, Carpi, Sassuolo, Vignola, Pavullo e Finale Emilia, mette a disposizione, in collaborazione con IFOA, un approfondimento specifico rivolto alle famiglie dei ragazzi di terza media sulle prospettive occupazionali e sui profili più richiesti dalle imprese del territorio.
Appuntamento a Vignola lunedì 29 ottobre ore 18,30, a Modena sabato 10 novembre ore 16, a Sassuolo sabato 17 novembre ore 16, a Carpi martedì 20 novembre ore 20,30, a Finale sabato 24 novembre ore 16.
Ulteriori approfondimenti »

REGISTRO IMPRESE: SI CONSOLIDA IL TREND DI CRESCITA NEL TERZO TRIMESTRE 2018
Pare si stia invertendo il trend discendente delle imprese registrate alla Camera di Commercio di Modena: i dati di Infocamere mostrano infatti, per il secondo trimestre consecutivo, un incremento di posizioni. I risultati al terzo trimestre del 2018, elaborati dal Centro Studi e Statistica della Camera di Commercio di Modena, evidenziano la presenza di 73.395 imprese registrate al 30 settembre 2018, 96 in più rispetto a fine giugno, pari ad un incremento del +0,1%.
Anche il saldo fra le 753 imprese iscritte e le 662 imprese cessate non d'ufficio è positivo, portando ad un tasso di sviluppo pari a 0,12%, leggermente più alto di quello medio della regione Emilia-Romagna (+0,10%), ma inferiore al totale Italia (+0,20%).
Questi piccoli incrementi, tuttavia, non sono ancora sufficienti a rendere positivo l'andamento dei primi nove mesi del 2018, nel confronto con l'anno precedente: risulta infatti un calo di 403 imprese registrate, con una diminuzione percentuale del -0,5%, identica a quella regionale, mentre il totale Italia è in leggera crescita (+0,2%).
Analogo ai trimestri precedenti il trend delle diverse tipologie di impresa: permangono in difficoltà le imprese giovanili, che mostrano una variazione tendenziale delle imprese registrate pari a -3,3%; in calo anche le imprese artigiane (-1,4%), mentre le imprese straniere sono in costante crescita (+4,5%) e reggono abbastanza bene quelle femminili (+0,4%).

ARTIGIANATO: UN SECONDO TRIMESTRE IN POSITIVO
Le imprese artigiane dell'Emilia-Romagna hanno ritrovato nuova linfa dopo la lunga crisi di questi anni, infatti l'indagine congiunturale di Unioncamere regionale mostra un andamento molto positivo nel secondo trimestre del 2018.
Per quanto riguarda la provincia di Modena, è ottimo l'andamento congiunturale della produzione, con il 41% delle imprese modenesi che dichiara un incremento rispetto ai tre mesi precedenti e il 38% stabilità; a livello regionale vi è una quota minore di imprese in crescita (30%) mentre è maggiore la quota di stabilità (53%).
Anche il confronto tendenziale della produzione (rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente) mostra lo stesso trend: il 43% delle imprese modenesi incrementa la produzione, il 29% rimane stabile e il 28% è in calo, mentre il volume totale di produzione risulta in aumento del +2,9%. A livello regionale tale variazione scende al +1,5%, infatti sono molte di meno le imprese che aumentano la produzione (37%).
La crescita di attività porta anche ad una evoluzione positiva del fatturato: a Modena nel secondo trimestre 2018 rispetto al trimestre precedente la maggioranza degli artigiani (38%) presenta un aumento, mentre appare ancor più positivo il confronto tendenziale, pari al +2,0%, con il 44% di imprese che dichiara crescita, il 31% stabilità e solamente il 25% ha un calo di incassi. A livello regionale i dati sono lievemente inferiori, con un incremento percentuale pari al +1,6% e il 39% delle imprese che registra un aumento.

COMMERCIO: VENDITE IN CALO A MODENA NEL SECONDO TRIMESTRE 2018
Prosegue il trend negativo del commercio al dettaglio sia per Modena che per l'Emilia-Romagna nel secondo trimestre del 2018: lo conferma l'indagine congiunturale di Unioncamere regionale su un campione di imprese che operano nel settore.
Per la provincia di Modena il confronto con il trimestre precedente mostra un peggioramento della congiuntura delle imprese commerciali, con la maggioranza di esse che dichiara un calo delle vendite (48% del totale), il 32% rimane stabile, mentre arrivano al 21% le imprese con incassi in aumento.
Il confronto tendenziale mostra più della metà delle imprese (51%) con vendite in diminuzione, il 28% rimane stabile, mentre il 21% incrementa il fatturato. Così, rispetto al secondo trimestre del 2017 cala dell'1,9% il fatturato dei commercianti modenesi; a livello regionale il dato è meno negativo, il calo del fatturato è inferiore (-1,5%) e scende al 38% la quota di imprese che dichiara una diminuzione delle vendite.
Le previsioni per il terzo trimestre appaiono meno pessimiste: a Modena scende infatti al 27% la quota di imprese che prevede una perdita di fatturato, la maggior parte prevede stabilità (45%) e il 28% aumenterà gli incassi. Anche le aspettative degli ordinativi presentano all'incirca le stesse percentuali, con il 60% che prevede stabilità, mentre aumento e diminuzione hanno la stessa quota (20%). Allungando l'orizzonte temporale ad un anno, quasi la metà delle imprese prevede sviluppi positivi dell'attività (46%), una quota identica dichiara stabilità, mentre solamente l'8% presume una riduzione o il ritiro dal mercato.