Seguici su

Bando Biomedicale - Sostegno Nuove Imprese Innovative - Rassegna Parole e Imprese - Imprenditoria femminile

Newsletter economico-statistica e promozionale del 9/11/2017

Contributi alle imprese che partecipano a programmi di ricerca e/o innovazione per la rigenerazione industriale del distretto biomedicale
Il bando, approvato con delibera del Consiglio camerale n. 20 del 30/10/2017, si rivolge alle grandi imprese nonché alle micro, piccole e medie imprese (in breve MPMI) appartenenti alla filiera biomedicale con l'obiettivo di rafforzare lo sviluppo del distretto biomedicale del Mirandolese attraverso la nascita e l'attrazione di nuove imprese nonché il supporto alle imprese esistenti per lo sviluppo di nuove idee, nuovi prodotti e/o nuovi processi.
I progetti dovranno tendere all'avanzamento tecnologico delle imprese proponenti, in termini di ideazione, sviluppo, ottimizzazione, valutazione e testing di nuovi prodotti, processi e/o servizi in ambito biomedicale.
I progetti dovranno essere realizzati tra la data di presentazione della domanda ed il 31 luglio 2018 e Il costo complessivo del progetto dovrà essere superiore o uguale ad € 18.000,00. Domande dal 15 al 30 novembre 2017.

Sostegno allo Start Up di Nuove Imprese Innovative: Smart & Start Invitalia
Strumento di aiuto nazionale per sostenere la nascita e lo sviluppo delle start-up innovative iscritte nella sezione speciale del Registro Imprese. Semplificate le procedure con DM del 9/8/2017.
L'agevolazione economica consiste in un mutuo senza interessi, nella forma della sovvenzione rimborsabile, per un importo pari al 70% delle spese ammissibili (massimo € 1.050.00).
In caso di start-up interamente costituita da giovani di età non superiore ai 35 anni, e/o donne o nel caso in cui abbia tra i soci un dottore di ricerca che rientra dall'estero, l'importo del finanziamento agevolato è elevato all'80% (massimo € 1.200.00).
L'incentivo Smart & Start si estende a tutto il territorio nazionale e finanzia programmi di investimento e i costi di gestione per due anni delle start up innovative, in particolare giovanili e femminili.

Rassegna Parole e Imprese. Scrittori e Imprenditori si raccontano
Venerdì 10 novembre ore 18,15 l'ultimo appuntamento del 2017 con la "Rassegna Parole e Imprese. Scrittori e Imprenditori si raccontano" del Comitato per l'Imprenditoria giovanile.
L'ultimo appuntamento 2017 con la rassegna si sposta presso il Fab Lab, perché si colloca a conclusione della seconda tappa dell'Insipirational Visit, tutta incentrata sull'incubatore Erre Nord e sul coworking.
Di questo e molto altro i presenti potranno dialogare con Massimo Carraro, fondatore di Cowo Coworking Porject, che presenterà il libro "Coworking progress" Nomos Edizioni.
A seguire il racconto di alcune realtà imprenditoriali di coworking quali Edera, Junto e Stars & Cows. Programma

Imprese femminili in leggero aumento nel terzo trimestre 2017
In lieve aumento le imprese femminili della provincia di Modena. Salgono infatti a 14.034 le imprese condotte a maggioranza da donne nel terzo trimestre del 2017, lo 0,2% in più rispetto a giugno 2017.
Bene anche la variazione tendenziale, che registra uno 0,3% in più rispetto a settembre 2016, pari a 36 imprese in più. Siccome le imprese totali sono invece in diminuzione (-1,6%) sale lievemente anche il tasso di femminilità delle imprese modenesi, cioè il rapporto fra imprese femminili e totali, arrivando al 21,5%.
Il settore dove sono più numerose le imprese femminili è il commercio al dettaglio e all'ingrosso (25,1% del totale), seguito dai servizi alle imprese (21,0%), dall'agricoltura (15,0%) e dalle industrie manifatturiere (12,5%).
Tuttavia i settori che registrano i maggiori incrementi al 30 settembre 2017 rispetto alla stessa data del 2016 risultano i servizi alle imprese, con un aumento tendenziale pari a +2,4%, i servizi alle persone (+2,2%) e i servizi di alloggio e ristorazione (+1,1%). In lieve diminuzione il commercio (-0,5%), mentre calano decisamente le imprese femminili nelle costruzioni (-2,8%), in agricoltura (-1,7%) e nelle industrie manifatturiere (-1,1%).