Seguici su

Cersaie 2015 supera le 101.000 presenze

Nei cinque giorni di apertura risultano in crescita gli stranieri che rappresentano quasi la metà del totale visitatori.

Superamento quest'anno delle 101.000 presenze, grazie alla componente dei visitatori stranieri.

E' questa la principale evidenza dell'edizione 2015 di Cersaie, il Salone Internazionale della ceramica per l'architettura e dell'arredobagno, che si è tenuto dal 28 settembre al 2 ottobre a Bologna.

Un evento di natura commerciale completato ed arricchito da iniziative a favore del mondo dell'architettura, dell'interior design, della posa e dei consumatori finali.

Rappresentatività ed internazionalità sono i tratti salienti di Cersaie, che ha visto quest'anno consolidarsi la presenza anche di espositori di altri settori, quali in particolare il legno.

A fronte di 872 espositori, dei quali 319 esteri provenienti da 39 Paesi (+1, la Svezia si è aggiunta quest'anno), l'edizione 2015 ha registrato una partecipazione totale di 101.809 presenze (+0,8%), con una componente estera pari a 48.231 unità, in crescita di 1.632 unità rispetto all'edizione precedente, ed ora con una quota del 47,4%. Stabile a 53.578 visitatori la presenza italiana.

Massiccia la partecipazione degli organi di informazione: 694 sono stati i giornalisti presenti (dei quali 257 esteri), in forte crescita nella componente italiana (+27,4%).

Questi numeri confermano Cersaie quale primario luogo deputato allo sviluppo del business globale per i materiali ceramici e da pavimento, oltre che per i prodotti dell'arredobagno, nonché potente motore propulsivo del commercio internazionale: sono state infatti oltre 150 le nazioni di provenienza dei visitatori e molte le visite negli stand aziendali delle delegazioni internazionali organizzate nel programma Cersaie Business, in collaborazione con ICE e Regione Emilia Romagna.