Seguici su

Accordo Emil Banca-Codacons per la tutela dei risparmiatori

In una filiale modenese aprirà uno sportello di informazione e assistenza

Uno sportello in banca per informare e assistere i consumatori sui loro diritti. Lo prevede l'accordo firmato da Emil Banca, istituto di credito cooperativo presente anche a Modena, e il Codacons (l'associazione a difesa dei diritti dei consumatori presente su tutto il territorio nazionale). È il primo accordo di questo tipo siglato in Emilia-Romagna tra una banca e un'associazione di consumatori. Il progetto, che si chiama "La Fenice", prevede che all'interno di alcune delle 89 filiali Emil Banca (almeno una per provincia, quindi anche a Modena) sia aperto uno sportello di informazione e assistenza Codacons che si occupa dei diritti dei consumatori.

Con questo progetto Emil Banca e Codacons vogliono agevolare coloro che intendono ricorrere alla cosiddetta legge "salva suicidi" (3/2012), istituita per aiutare privati e imprese che si trovano in una situazione di sovra-indebitamento o hanno difficoltà a chiudere una posizione debitoria. Per accedere a questa parte del progetto occorrerà rivolgersi al Codacons, il quale effettuerà una prima analisi di fattibilità del piano di rientro dai debiti, cui seguirà una seconda valutazione da parte di Emil Banca. Se entrambe le valutazioni saranno positive, Emil Banca stanzierà fino a 10 mila euro per chiudere le posizioni debitorie dei soggetti in difficoltà. Inoltre, accogliendo la proposta del Codacons, sia sui mutui prima casa che su altri finanziamenti alle imprese Emil Banca si è impegnata a concedere, su richiesta, l'adozione di piani di ammortamento all'italiana, piuttosto che alla francese. Infine Codacons e Emil Banca finanzieranno tre borse di studio da 3 mila euro l'una per studenti laureandi in Giurisprudenza che si impegneranno a redigere una tesi innovativa in materia di tutela dei risparmiatori.