Seguici su

Prometeia: riviste al ribasso le previsioni economiche per il 2020

In provincia di Modena i settori più penalizzati dalla recessione saranno l'industria e le costruzioni, tuttavia nel 2021 si prospetta una ripresa rapida anche grazie all'export

In seguito agli sviluppi dell'epidemia di Coronavirus a livello mondiale, con le relative ripercussioni nelle economie dei diversi paesi, Prometeia ha rilasciato l'ultimo aggiornamento con le previsioni per gli scenari economici provinciali. La pandemia non accenna a diminuire, anzi si sta estendendo in vaste aree come gli Stati Uniti, il Brasile, l'India e la Russia, influenzando tutte l'economia mondiale, pertanto anche se l'Italia ha ripreso a pieno tutte le attività economiche, risente del rallentamento dell'economia globale che limita soprattutto le esportazioni.

Sono pertanto riviste al ribasso tutte le previsioni elaborate in precedenza, con il Valore Aggiunto nazionale che si prevede scenderà del 10,1%, in Emilia-Romagna calerà del 10,5% e anche in provincia di Modena si raggiungeranno valori simili (-11,0%). Tuttavia l'analisi prevede una ripresa abbastanza veloce, con il valore aggiunto che già nel 2021 potrebbe risalire del 5,9% a livello nazionale, del 6,8% in Emilia-Romagna e in misura maggiore in provincia di Modena (+7,8%). Tuttavia il valore assoluto del valore aggiunto del 2019 potrà essere registrato nuovamente soltanto nel 2023.

Riguardo alle previsioni per la provincia di Modena, dato il rallentamento dell'economia mondiale, le esportazioni saranno particolarmente penalizzate, con una perdita del -18,1% nel 2020, ma una ripresa sostenuta nel 2021 (+12,7%); anche le importazioni sono previste in calo (-13,8%), sia per la diminuzione della domanda nazionale, sia per le difficoltà nelle produzioni e nei trasporti dei paesi esteri.

A causa delle perdite di posti di lavoro il reddito disponibile delle famiglie modenesi subirà una flessione (-4,5%) e di conseguenza i consumi nazionali diminuiranno del 9,9%, valore mai raggiunto nemmeno nelle crisi del 2009 e del 2012. Tuttavia nel 2021 si prevede una buona crescita per entrambi (+3,1% e +5,9% rispettivamente).

L'analisi per settore vede, sempre riguardo a Modena, le costruzioni maggiormente penalizzate nel 2020 (-17,7%), con solamente un recupero parziale nel 2021 (+5,3%), l'industria subirà un calo del 15,3%, ma la ripresa sarà più veloce nel prossimo anno (+13,2%). I servizi registreranno al loro interno andamenti molto differenti, con il turismo e i servizi alla persona molto danneggiati ed i servizi tecnologici favoriti dallo smart working, tuttavia la media del settore raggiungerà un livello mai registrato in precedenza (-8,1%), con una discreta ripresa per il 2021 (+4,6%). Infine l'agricoltura mostra l'andamento migliore, con una crescita prevista dell'8,9% nel 2020 e dell'8,1% nel 2021.

Allegati

Grafici

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/08/03 12:41:00 GMT+2 ultima modifica 2020-08-03T12:51:04+02:00