Seguici su

Sempre più rosa l'imprenditoria modenese

In provincia di Modena aumentano le imprese a conduzione femminile. Commercio, agricoltura e manifatturiero i settori con la maggiore concentrazione.

Nel 2015, in provincia di Modena, sono aumentate le imprese registrate a conduzione femminile, cioè quelle imprese in cui le donne sono titolari o rappresentano la maggioranza dei soci. Passano infatti da 15.012 al 31/12/2014 a 15.210 alla fine del 2015, con un tasso di incremento pari all'1,3%, mentre le imprese totali sono pressoché stabili (+0,1%). Le imprese femminili attive (cioè che hanno dichiarato l'inizio effettivo dell'attività) sono 13.914, anch'esse in aumento dello 0,9% nell'anno 2015. La provincia di Modena è caratterizzata da un tasso di femminilità (cioè imprese a conduzione femminile confrontate con il numero di imprese totali) pari al 21,0%, inferiore a quello italiano (22,4%), ma superiore a quello regionale (20,7%).

Riguardo ai settori di attività, nella provincia di Modena le imprese femminili sono concentrate nel commercio con una quota del 25,3% sul totale del settore, seguito dall'agricoltura (15,3%), e dall'industria manifatturiera con il 12,7%. Più bassa è la quota delle imprese di "alloggio e ristorazione" (8,7%), cosi come quella delle attività immobiliari (7,5%). Di rilievo è il comparto delle servizi alla persona, dove la presenza femminile è cospicua nei negozi di parrucchiere (1.183 pari al 77,6%), seguiti dalle lavanderie (12,3%) e dalle "agenzie matrimoniali e tatuaggi" (4,7%).