Seguici su

Rapporto economico su Modena - anno 2020

Online il report annuale con i principali indicatori provinciali: valore aggiunto, imprese, congiuntura dei settori industriali e del terziario, export, occupazione

Il 2020 è stato contraddistinto dalla profonda crisi indotta dalla pandemia, che ha investito pressoché tutti i settori di attività. Permangono tuttavia segnali di tenuta del tessuto economico e le previsioni indicano un ritorno sul sentiero della crescita già nel 2021.

Il valore aggiunto della provincia di Modena ha chiuso il 2020 con una flessione del -8,5%, ma mostrerà una ripresa già nel 2021 (+6,5%) e nel 2022 (+4,7%) in base alle stime di Prometeia.

A fine 2020 le imprese registrate in provincia di Modena risultano 72.238, con un calo di 523 unità nel corso dell'anno (-0,7%). Non si è registrato quindi il temuto crollo, anzi il tessuto imprenditoriale pare cristallizzato in attesa della evoluzione economica ad oggi ancora incerta. La movimentazione al Registro Imprese ha infatti mostrato un deciso decremento sia delle iscrizioni (-19,7% rispetto al 2019) ma anche delle cancellazioni (-14%).

Ripercussioni negative si iniziano a registrare sull'occupazione: in base agli ultimi dati Istat a Modena nel terzo trimestre 2020, gli occupati sono in calo di 6.000 unità, pari ad una diminuzione tendenziale del -2,3%. Si ritorna così ai livelli occupazionali del terzo trimestre 2016.

L'indagine congiunturale della Camera di Commercio indica nel secondo semestre 2020 un alleggerimento del trend negativo rilevato nel 1° semestre; nel manifatturiero le variazioni tendenziali di produzione e fatturato si sono ridotte a -6,8% e -4,3%. Nel primo semestre le rispettive variazioni furono del -14,8% e -12,8%.

Nell'edilizia i dati del secondo semestre 2020 confermano il trend positivo già registrato nel primo: per la produzione si evidenzia una variazione tendenziale del +6,4%, che diventa del +6,7 per il fatturato.

Il terziario nel complesso ha mantenuto nel secondo semestre 2020 lo stesso andamento negativo registrato nella prima metà dell'anno (-15,2% è la variazione in rosso del fatturato) ma sussistono profonde differenze tra i comparti che lo compongono. Le imprese che subiscono i maggiori contraccolpi della crisi sono quelle che svolgono attività turistiche, di alloggio e ristorazione e il commercio.

I dati Istat sull'interscambio commerciale della provincia di Modena indicano nel quarto trimestre 2020 una netta ripresa dell'export (+10,9% la variazione rispetto al trimestre precedente), che ci riporta ai valori pre-pandemia. Tuttavia, due trimestri consecutivi molto positivi non riescono a compensare la notevole diminuzione verificatasi nel secondo trimestre dell'anno, quindi l'andamento tendenziale del 2020 rimane nel complesso in calo del -7,7%.

Scarica il Rapporto completo sul 2020 e scenari economici

Azioni sul documento

pubblicato il 16/03/2021 ultima modifica 16/03/2021