Seguici su

Protesti: nel primo semestre 2016 aumenta l'importo complessivo

In provincia di Modena si sono registrati 2.714 effetti protestati

Nel primo semestre del 2016 si contano in provincia di Modena 2.714 effetti protestati, in calo del 26,29% rispetto al primo semestre del 2014 e del 9,89% rispetto al primo semestre 2015. Anche l'importo di tali effetti è in calo del 27,75% rispetto al 2014, tuttavia confrontato con il primo semestre 2015 mostra un incremento del 30,79%.

La maggior parte dei titoli protestati a Modena è rappresentata dalle cambiali pagherò, che sono 2.314, pari all'85,26% del totale, molto minori sono invece gli assegni a vuoto (388 pari al 14,30%), mentre le tratte accettate stanno ormai cadendo in disuso, sono infatti solo 12 effetti per un importo totale di 3.448 euro.

Nel primo semestre del 2016 gli assegni registrano i maggiori incrementi sia per numero di effetti (+13,78%), che per importo totale (+78,86%). Le cambiali diminuiscono come numero (-12,88%), ma non come importo (+7,43%), mentre sono sempre meno le tratte accettate (-20,00% e -57,30% rispettivamente).

In Emilia Romagna, nello stesso periodo, sono stati protestati 14.632 effetti, per un valore totale di quasi 28 milioni di euro. La provincia di Modena si pone al primo posto in regione per numero di effetti protestati, seguita da Bologna e Parma, mentre scende al secondo posto per l'importo totale dei titoli protestati dopo Forlì e prima di Rimini.

Allegati

Grafici e tabelle