Seguici su

Modena settima tra le province che producono ricchezza con la cultura

Il rapporto annuale di Symbola e Unioncamere "Io sono cultura" colloca la nostra provincia ai vertici della graduatoria provinciale nazionale, con un valore aggiunto di 1,5 miliardi di euro provenienti dal sistema produttivo culturale e creativo

La cultura si conferma uno dei motori trainanti dell'economia italiana e partecipa alla ripresa. Il sistema produttivo culturale e creativo fatto da imprese, PA e non profit genera a livello nazionale 89,7 miliardi di euro in termini di valore aggiunto e attiva altri settori dell'economia arrivando a muovere nell'insieme dell'indotto 249,8 miliardi, equivalenti al 17% del valore aggiunto nazionale. Un dato comprensivo del valore prodotto dalle filiere del settore, ma anche da quella parte dell'economia che beneficia di cultura e creatività e che da queste viene stimolata, a cominciare dal turismo. Una ricchezza che si riflette in positivo anche sull'occupazione: il solo sistema produttivo culturale e creativo dà lavoro in Italia a 1,5 milioni di persone (il 6,1% del totale degli occupati). E se nel periodo 2011/2015 la crisi si è fatta sentire incidendo in negativo su valore aggiunto e occupati del Paese, rispettivamente con il -0,1% e il -1,5%, nelle filiere culturali e creative la ricchezza è invece cresciuta dello 0,6% e gli occupati dello 0,2%. È quanto emerge dal Rapporto 2016 “Io sono cultura - l'Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi” elaborato da Fondazione Symbola e Unioncamere. In questo settore che si rivela sempre più strategico, la provincia di Modena riveste un ruolo di primo piano. Secondo il report, il valore aggiunto prodotto nel territorio modenese è pari a 1.517,8 milioni di euro con una incidenza sul totale del 7,2%; gli occupati di queste filiere raggiungono la soglia di 25 mila unità, ovvero il 7,7% del complesso degli occupati in provincia. Nella graduatoria delle province italiane in base al valore aggiunto del settore cultura Modena si colloca al settimo posto preceduta da Milano, Roma, Torino, Siena, Arezzo, Firenze. Se si guarda agli occupati, la posizione è ancora più ragguardevole: sesto posto.

Link

Rapporto 2016 "Io sono Cultura"