Seguici su

Migliora l'andamento dell'occupazione in provincia di Modena

Nel primo trimestre 2016 i dati Istat sulle forze di lavoro indicano un incremento degli occupati

L'Istat ha rilasciato i risultati dell'indagine campionaria sulle forze di lavoro relativi al primo trimestre 2016. Dall'elaborazione del Centro Studi e Statistica della Camera di Commercio risulta un miglioramento negli indicatori sull'occupazione: al 31 marzo ci sono 305 mila occupati in provincia di Modena, in aumento dell'1,0% rispetto a dicembre 2015. In Emilia Romagna si contano 1.927 mila occupati con un incremento più lieve (+0,8%).

Il confronto con lo stesso trimestre dell'anno precedente evidenzia un incremento maggiore (+1,3%), dato soprattutto dall'aumento degli occupati in agricoltura (+11,1%), nelle costruzioni (+10,0%) e nei servizi (+4,3%), mentre sono sempre in calo gli occupati nell'industria (-2,8%) e nel commercio (-2,0%).

Anche gli altri indicatori relativi al lavoro appaiono positivi: il confronto dei primi tre mesi del 2016 con lo stesso periodo del 2015 vede salire di 2000 unità le forze di lavoro in provincia di Modena (+0,6%), mentre in regione rimangono stabili; per converso diminuiscono sia le persone in cerca di occupazione (-3,8% a Modena e -7,1% in Emilia Romagna), sia le ‘non forze di lavoro' (-3,1% Modena e -0,8% Emilia Romagna).

Contemporaneamente risulta in aumento il tasso di attività nella provincia di Modena, passando dal 71,3% al 72,2%, mentre in Emilia Romagna rimane pressoché costante; il tasso di occupazione diventa il 66,6% a Modena e il 67,0% in regione, infine il tasso di disoccupazione scende per Modena dall'8,0% di marzo 2015 al 7,5% di quest'anno, mentre in Emilia Romagna diminuisce dall'8,1% al 7,6%.