Seguici su

Migliora la sopravvivenza delle imprese modenesi

Il tasso provinciale è superiore alla media regionale e nazionale. A tre anni dall'iscrizione rimane in attività il 64,8% delle imprese

Secondo i tassi di sopravvivenza delle imprese iscritte alle Camere di Commercio calcolati da Infocamere, in provincia di Modena appaiono maggiori rispetto al passato le probabilità di sopravvivenza di un'impresa iscritta al Registro delle Imprese. Infatti risulta dell'81,6% la percentuale delle imprese ancora in vita dopo un anno di iscrizione; tale dato scende all'80,7% per le imprese dell'Emilia Romagna ed è ancora più basso per il totale Italia (76,9%).

Il trend rimane simile analizzando anche più anni di iscrizione, così nel 2016 il 64,8% delle imprese modenesi di tre anni risulta ancora in attività, mentre per l'Emilia Romagna ne rimane in vita il 64,1% e nel totale Italia il 63,4%.

La suddivisione per forma giuridica mostra come siano le "altre forme" (come consorzi, cooperative, associazioni) che hanno un maggior tasso di sopravvivenza a un anno (89,9%), seguite dalle società di persone (85,1%), dalle società di capitali (82,5%) e dalle ditte individuali (80,5%).

L'analisi settoriale vede l'agricoltura al primo posto, con l'85,2% delle imprese ancora in attività a tre anni dall'iscrizione, seguita dai trasporti (75,8%). Molto più bassa invece la sopravvivenza nelle costruzioni (65,0%) e in manifattura (65,6%). L'andamento è analogo anche esaminando le imprese iscritte da solo un anno.

Allegati

Grafici