Seguici su

Excelsior: a Modena previste 3.010 assunzioni in agosto

Rispetto allo stesso mese dell'anno scorso gli ingressi programmati dalle imprese della provincia diminuiscono del -17,1%. Tutti i dati sui profili ricercati per settore, titolo di studio, tipo di contratto

Il Sistema Informativo Excelsior, promosso da Unioncamere in collaborazione con l'Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro e le Camere di Commercio italiane, ha pubblicato il bollettino previsionale relativo al mese di agosto 2020.

Continuano gli effetti del lockdown sulle previsioni di assunzione delle imprese, che registrano diminuzioni sia rispetto all'ultima rilevazione, sia con il confronto annuale. Infatti sono 3.010 gli ingressi previsti nel mondo del lavoro a Modena, in calo del 15,4% rispetto a luglio 2020, anche a causa della chiusura estiva. Rispetto al mese di agosto del 2019 gli ingressi programmati dalle imprese modenesi diminuiscono del -17,1%.

A livello nazionale le previsioni di assunzione per agosto 2020 si fermano a 204 mila unità con una perdita del 17,7% rispetto ad agosto 2019 mentre in Emilia-Romagna il calo è leggermente più ridotto (-16,4%) con 18.300 entrate.

Le previsioni per il trimestre agosto-ottobre 2020 sono più ottimistiche, infatti la variazione rispetto al trimestre precedente è positiva (+18,3%) raggiungendo 12.140 assunzioni, mentre il confronto con l'anno precedente rimane negativo (-25,5%).

L'occupazione diviene anche meno stabile, con i contratti a tempo indeterminato che rimangono al 18% del totale, quelli a tempo determinato saranno la maggioranza (44%) seguiti dagli interinali (24%). Risultano residuali gli altri tipi di contratto, come gli apprendisti (6%) e i co.co.co (1%).

Nonostante le mutate condizioni economiche dovute all'epidemia, sono stabili le quote di addetti assunti dai diversi settori: l'industria ad esempio continua ad assorbire la maggioranza degli addetti (32%), seguono i servizi alle imprese (17%) leggermente in calo, i servizi di "alloggio e ristorazione" (15%), i servizi alle persone (12%) e il commercio (11%), quest'ultimo in crescita insieme alle costruzioni la cui quota diviene il 13%.

La maggioranza delle richieste proviene dalle imprese più piccole da 1-49 dipendenti (60%) e il 17,0% sarà costituito da high skill, cioè dirigenti, specialisti e tecnici. Inoltre è favorita l'esperienza professionale (67,7%) e quasi un terzo delle richieste è per persone under 30. Aumenta la difficoltà di reperimento, che arriva al 38%, con punte massime per i tecnici dei servizi alle persone (77%) e i tecnici della sanità e dei servizi sociali (76%).

Le richieste per gruppi professionali vedono un aumento della quota degli operai specializzati (26% del totale) e delle professioni tecniche (12%), mentre scende la quota dei conduttori di impianti e macchinari (13%), il gruppo più richiesto rimangono gli "addetti alle attività commerciali e servizi" (22%), mentre restano stabili le quote degli impiegati (8%) e delle professioni intellettuali (5%).

Il titolo di studio più ricercato rimane il diploma (38%), seguito dalla qualifica professionale (28%) e dalla laurea (12%). Infine rimane una parte sostanziosa di nuovi assunti senza alcun titolo di studio (22%).

Allegati

Excelsior Agosto 2020

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/08/03 12:59:00 GMT+2 ultima modifica 2020-08-03T12:59:16+02:00