Seguici su

Imprese femminili in leggero aumento nel terzo trimestre 2017

In provincia di Modena sono oltre 14 mila le aziende condotte in maggioranza da donne imprenditrici, ovvero più di una su cinque

In lieve aumento le imprese femminili della provincia di Modena. Salgono infatti a 14.034 le imprese condotte a maggioranza da donne nel terzo trimestre del 2017, lo 0,2% in più rispetto a giugno 2017.

Bene anche la variazione tendenziale, che registra uno 0,3% in più rispetto a settembre 2016, pari a 36 imprese in più. Siccome le imprese totali sono invece in diminuzione (-1,6%) sale lievemente anche il tasso di femminilità delle imprese modenesi, cioè il rapporto fra imprese femminili e totali, arrivando al 21,5%.

Il settore dove sono più numerose le imprese femminili è il commercio al dettaglio e all'ingrosso (25,1% del totale), seguito dai servizi alle imprese (21,0%), dall'agricoltura (15,0%) e dalle industrie manifatturiere (12,5%).

Tuttavia i settori che registrano i maggiori incrementi al 30 settembre 2017 rispetto alla stessa data del 2016 risultano i servizi alle imprese, con un aumento tendenziale pari a +2,4%, i servizi alle persone (+2,2%) e i servizi di alloggio e ristorazione (+1,1%). In lieve diminuzione il commercio (-0,5%), mentre calano decisamente le imprese femminili nelle costruzioni (-2,8%), in agricoltura (-1,7%) e nelle industrie manifatturiere (-1,1%).

Più nel dettaglio, l'industria manifatturiera vede un incremento tendenziale maggiore nelle imprese alimentari (+3,8%), seguite, in controtendenza rispetto al totale imprese, dalle confezioni di abbigliamento (+2,2%) e dalla ceramica (+1,5%). Diminuiscono invece sensibilmente le industrie tessili (-10,4%), le "altre industrie manifatturiere" (-4,3%) e la fabbricazione di prodotti in metallo (-0,7%).

Infine, spicca la differenza di forma giuridica tra le imprese femminili e quelle totali. Le donne imprenditrici sembrano prediligere le forme societarie più semplici: infatti tra le imprese rosa è molto più elevata la quota delle imprese individuali (63,4%), mentre nel totale modenese si ferma al 53,3%. Sono invece inferiori tutte le altre forme, come le società di capitali che risultano il 19,7%, mentre nel totale imprese arrivano al 25,2%, così anche le società di persone che risultano il 15,3% contro il 19,3% del totale imprese. Residuali le "altre forme" (1,6%).

Allegati

Grafici