Seguici su

Buono l'andamento tendenziale delle imprese femminili in provincia di Modena nel primo trimestre 2018

Il raffronto con il primo trimestre 2017 vede favoriti i servizi alle imprese e alle persone

Risultano pressoché stabili le imprese a conduzione femminile in provincia di Modena nel primo trimestre del 2018, passano infatti da 14.051 al 31/12/2017 a 14.020 al 31/03/2018, con un calo di 31 imprese pari al -0,2%.

Il confronto tendenziale invece mostra un netto incremento, con 99 imprese in più rispetto a marzo 2018 ed un aumento percentuale pari al +0,7%. In regione, Modena rimane la seconda provincia per numero di imprese femminili con il 16,6% del totale regionale ed un tasso di femminilità (cioè di imprese femminili rispetto a quelle totali) pari al 21,6%, maggiore della media regionale (21,0%). Ferrara mostra il maggior tasso di femminilità (22,8%), mentre Reggio Emilia quello più basso (18,6%).

Il settore più rappresentato dell'imprenditoria femminile a Modena è il commercio, che rappresenta il 25,0% delle imprese totali, seguito dai servizi alle imprese (21,4%) e dall'agricoltura (14,8%). Le differenze più evidenti rispetto al totale imprese modenesi risiedono nelle costruzioni, dove opera il 3,9% delle imprese femminili contro il 16,0% di quelle totali, e nei servizi alle persone: qui le imprese femminili raggiungono il 13,6% del totale, mentre il totale imprese modenesi solamente il 6,1%.

Il confronto tendenziale per settori economici mostra l'aumento più evidente per i servizi alle imprese (+3,6%), seguito dai servizi alle persone (+1,9%) e dall' "alloggio e ristorazione" (+0,7%), mentre diminuiscono l'agricoltura (-1,7%), le industrie manifatturiere (-1,0%) e le costruzioni (-0,5%).

All'interno dell'industria manifatturiera le imprese a conduzione femminile sono piuttosto concentrate: la maggior parte opera nel settore tessile abbigliamento (52,6% del totale manifatturiero), tuttavia il settore è un po' in crisi in quanto in un anno perde l'1,8% delle imprese.

Infine è leggermente diversa la composizione per forma giuridica delle imprese femminili rispetto al totale imprese modenesi, infatti le imprese rosa prediligono le ditte individuali, forma giuridica scelta dal 63,2% (53,0% il totale modenese), mentre sono inferiori le quote degli altri tipi di società. Il 20,2% è rappresentato dalle imprese di capitali, 14,9% dalle società di persone e l'1,6% dalle "altre forme". Rispetto al marzo 2017 sono in sensibile aumento le "altre forme" (+6,0%), bene le società di capitali (+3,1%), mentre calano le società di persone (-2,7%).