Seguici su

Trend favorevole per l'artigianato

L'indagine congiunturale di Unioncamere Emilia-Romagna evidenzia incrementi di produzione, fatturato e ordini sia a livello regionale ma ancor più in provincia di Modena

L'indagine congiunturale trimestrale sul settore artigianato realizzata da Unioncamere Emilia-Romagna mostra risultati positivi per la provincia di Modena: nel secondo trimestre del 2017 l'incremento tendenziale della produzione raggiunge il +3,3%, mentre il dato regionale si ferma a +1,8%. Stesso andamento per il fatturato totale, che a Modena cresce del +3,3% mentre in regione dell'1,7%, infine gli ordinativi totali raggiungono il +3,1% a Modena e il +1,9% in regione.

Le imprese artigiane modenesi si rivelano anche competitive verso i mercati esteri, infatti l'incremento tendenziale degli ordinativi da parte del mercato estero balza al +4,8% a Modena e del +2,6% nel totale regionale. Tuttavia tale aumento non si traduce in una espansione del fatturato verso l'estero, che per Modena rimane stabile, mentre in Emilia Romagna cresce minimamente (+0,1%).

Grazie all'incremento degli ordini sono aumentate anche le settimane di produzione assicurata per le imprese modenesi, arrivando a 6,9, mentre quelle regionali hanno alcuni giorni in meno (6,2). Tuttavia la capacità produttiva non è sfruttata ancora al massimo e rimane al 74,6% per le imprese modenesi e al 74,5% in quelle regionali.

Infine, esaminando le prospettive a breve, le imprese della provincia di Modena si mostrano leggermente più ottimiste della media regionale: la maggior parte delle imprese provinciali (dal 70% al 75%) prevede stabilità per fatturato, ordinativi e produzione nel prossimo trimestre e quelle che presumono un incremento di tali variabili sono di più di quelle che indicano una diminuzione.

A livello regionale invece sono meno le imprese che ipotizzano stabilità (dal 65% al 70%) e sono leggermente maggiori le imprese che indicano una diminuzione delle variabili prese in esame rispetto a quelle in aumento.