Seguici su

Chiude il 2016 in stabilità il settore delle costruzioni

I dati dell'indagine congiunturale di Unioncamere Emilia-Romagna indicano stazionarietà per l'89% delle imprese modenesi

L'indagine congiunturale sul quarto trimestre 2016 di Unioncamere Emilia Romagna riguardante le costruzioni mostra un andamento di sostanziale stabilità, sia nel confronto congiunturale che in quello tendenziale. Infatti il raffronto con il trimestre precedente vede il 76% delle imprese regionali che dichiara stabilità nella produzione, mentre il 15% è in diminuzione. A livello provinciale le imprese con produzione stabile diventano l'89%, invece il 10% è in calo.

Il confronto dell'andamento della produzione con lo stesso trimestre dell'anno precedente si presenta identico a livello regionale, mentre in provincia di Modena appare ancor più stabile, con il 95% delle imprese che dichiara lo stesso livello di produzione di un anno fa.

Migliore risulta l'andamento del fatturato confrontato con il trimestre precedente: emerge un aumento per il 59% delle imprese modenesi e solamente il 33% rimane stabile. A livello regionale tali valori si invertono e soltanto il 32% delle imprese aumenta il fatturato.

Nonostante questo incremento a fine anno, il fatturato delle costruzioni modenesi nel quarto trimestre del 2016 non riesce a superare i livelli del 2015, così il confronto tendenziale risulta negativo a livello provinciale (-0,2%), viceversa risulta in aumento per il totale Emilia Romagna (+0,4%).

Infine non si sbilanciano gli imprenditori edili modenesi nelle previsioni per il prossimo trimestre: il 91% delle aziende infatti confida in una stabilità di fatturato e solamente l'8% ipotizza un calo. Risultano più pessimiste le imprese regionali, che nel 20% dei casi pensano ci sarà una diminuzione, mentre rimane sulla stabilità il 75% di esse.