Camera di Commercio di Modena
Tu sei qui: Home / Tutela del Mercato / Servizio Metrico / I tachigrafi

Azioni sul documento

I tachigrafi

pubblicato il 17/10/2013 07:55, ultima modifica 16/10/2017 14:01
I tachigrafi sono strumenti destinati alla registrazione delle velocità, dei tempi di lavoro e dei percorsi il cui utilizzo, ai sensi dell'articolo 179 del Codice della Strada, è d'obbligo negli automezzi pesanti adibiti al trasporto su strada di merci e viaggiatori (veicoli di massa massima superiore alle 3,5 tonnellate e veicoli con capienza superiore ai 9 posti).

Essi possono essere sia di tipo analogico che digitale.

I Cronotachigrafi analogici sono strumenti di misurazione della velocità e dei tempi di guida e nascono come conseguenza dall'applicazione di una normativa europea sull'armonizzazione di alcune disposizioni in materia sociale nel settore dei trasporti su strada, avente come obiettivo primario la sicurezza stradale. Essi registrano i dati su supporto cartaceo.

Oggi il Ministero non rilascia più autorizzazioni per nuovi centri tecnici per cronotachigrafi analogici, tranne il caso di richiesta da parte di un centro tecnico già autorizzato per il tachigrafo digitale.

I tachigrafi digitali nascono dall'esigenza di sostituire i precedenti strumenti analogici, nel tempo risultati di facile contraffazione da parte degli utilizzatori e tali da consentire la manomissione delle rilevazioni degli orari, quindi, in grado di creare gravi distorsioni della libera concorrenza del mercato dell'autotrasporto.

Il Regolamento CE 561/2006 introduce dal 1° maggio 2006 l'obbligo da parte dei veicoli di nuova immatricolazione di essere muniti del nuovo tachigrafo digitale.

La stessa scadenza vale per i veicoli, immatricolati per la prima volta dopo il 1/1/1996, nei quali si debba sostituire l'apparecchio di controllo e la trasmissione dei segnali verso questo venga effettuata esclusivamente in modo elettrico e siano:

  • adibiti al trasporto di passeggeri il cui numero di posti a sedere, incluso il conducente, sia superiore a 9 e che hanno peso massimo superiore a 10 tonnellate;
  • adibiti al trasporto di merci che hanno un peso massimo superiore a 12 tonnellate.

Il tachigrafo digitale è formato da due elementi fondamentali per il suo utilizzo:

  • un'unità veicolo: è un apparecchio simile ad un'autoradio o ad un lettore cd, che comprende due lettori smart -card, un selettore d'entrata manuale, uno schermo per la visualizzazione dei dati e una piccola stampante;
  • una smart-card (Carta Tachigrafica)

Collegato in maniera sicura ai sensori del veicolo, il tachigrafo digitale registra nella sua memoria i dati relativi all'uso del veicolo per il periodo di un anno.

In particolare, vengono rilevati:

  • l'identità del o dei conducenti, i tempi di guida e di riposo, le modalità di guida (singolarmente o in équipe):
  • i dati identificativi del veicolo;
  • la distanza percorsa;
  • le anomalie di funzionamento ed i guasti (per un anno);
  • la velocità tenuta nelle ultime 24 ore di utilizzo del veicolo.

Modalità operativa

La procedura per ottenere l'autorizzazione ad effettuare operazioni di montaggio e riparazione dei tachigrafi digitali è scaricabile dal sito di Unioncamere, dove è possibile scaricare anche la modulistica necessaria. Ugualmente, sul sito di Unioncamere si trovano le informazioni per il rinnovo dell'autorizzazione.

Per quanto riguarda i cronotachigrafi analogici, poiché non è più possibile richiedere nuove autorizzazioni, si segnala soltanto la procedura per il mantenimento dell’autorizzazione a seguito di variazioni intervenute, (ad esempio - trasferimento di sede, variazione denominazione dell’officina, ecc.)

Il titolare o legale rappresentante dell'officina che intende mantenere l'autorizzazione ministeriale ad effettuare operazioni di montaggio e riparazione dei cronotachigrafi deve presentare alla CCIAA una domanda in bollo indirizzata al Ministero, allegando una dichiarazione espressa di continuità aziendale e la documentazione rilevante in base alla modifica effettuata. Per informazioni relative agli allegati telefonare all’ufficio metrico.

Modulistica »

 

Area riservata
Fatti riconoscere
Standard

Powered by Plone ®

Camera di Commercio

C.F. e Partita Iva 00675070361
Tel. 059208111 - URP
Iban IT98K0503412900000000006700
Contabilità speciale Banca d'Italia: 0319324
Fatt. elettronica - Cod. univoco: XECKYI
PEC: