Camera di Commercio di Modena
Tu sei qui: Home / Promozione / Incentivi Pubblici / Promozione Export e internazionalizzazione intelligente

Azioni sul documento

Promozione Export e internazionalizzazione intelligente

pubblicato il 01/02/2019 12:40, ultima modifica 04/02/2019 15:27
Domande dal 4 febbraio al 18 marzo 2019

Le Camere di commercio emiliano-romagnole intendono rafforzare le capacità organizzative e manageriali delle imprese, anche attraverso il supporto ad attività di promozione, per renderle capaci di affrontare i mercati internazionali, contribuendo a diversificare i mercati di sbocco e ad incrementare la competitività del sistema produttivo regionale. Il bando "Promozione Export e internazionalizzazione intelligente" è stato condiviso con la Regione Emilia-Romagna, in piena coerenza con gli indirizzi per la promozione internazionale delle imprese "Go Global" 2016-2018. Per l'annualità 2019 il bando è finanziato sia con risorse camerali (grazie all'aumento del 20% del diritto annuale) sia con risorse della Regione Emilia-Romagna, per un totale complessivo pari ad € 894.924,76.

Unioncamere Emilia Romagna è il soggetto gestore.

Interventi ammessi

Sono considerate ammissibili le seguenti tipologie di spese:

  • a. spese di consulenza esterna volte ad identificare e sviluppare un percorso di internazionalizzazione pluriennale, comprensivo della relazione iniziale sulle capacità/potenzialità di sviluppo dell'impresa sui Paesi esteri target individuati e redazione del piano export; studio di mercato volto a valutare la fattibilità di investimenti commerciali, produttivi e di servizio, strettamente mirato alla produzione dell'impresa e per i paesi esteri target individuati nel progetto, ad esclusione degli studi generali congiunturali e di presentazione paese ("ASSESSMENT" - per un importo non superiore a Euro 5.000,00, al netto degli oneri);
  • b. spese per la predisposizione o revisione del sito internet dell'impresa in lingua straniera e per la sua pubblicizzazione tramite internet (quali, a titolo di esempio: search engine optimization, search engine marketing, direct email marketing, content management, compreso il monitoraggio e la reportistica dei risultati), elaborazione di piani di web marketing;
  • c. spese per la produzione di materiali promozionali (in lingua inglese o nelle lingue dei Paesi target di destinazione individuati nel progetto), ad esclusione della manualistica tecnica;
  • d. spese per la registrazione e la protezione del marchio nei Paesi target di destinazione individuati nel progetto e spese per consulenze finalizzate alla registrazione del marchio;
  • e. spese per consulenze finalizzate all'ottenimento delle certificazioni per l'esportazione nei Paesi target di destinazione individuati nel progetto;
  • f. spese relative al contratto di "Temporary Export Manager" (TEM) e "Temporary Marketing Manager (TMM) (Senior) dedicato alla conduzione, coordinamento e gestione delle attività del progetto, con riferimento anche alle attività svolte nel/i Paese/i target individuati nel progetto. I professionisti che supporteranno l'impresa dovranno essere scelti fra le società di consulenza con comprovata esperienza in materia di internazionalizzazione (come risultante nell'elenco dei consulenti accreditati dal MISE per l'attività di internazionalizzazione e/o dei servizi resi dalle Camere di commercio dell'Emilia-Romagna e/o dalle loro strutture specializzate);
  • g. spese relative al contratto della risorsa Junior in affiancamento al senior TEM e/o TMM;
  • h. spese per la partecipazione a fiere a carattere internazionale nei Paesi esteri target individuati nel progetto o in Italia in qualità di espositore: costo dell'area espositiva, della progettazione dello stand e del suo allestimento, del trasporto dei materiali e dei prodotti (compresa l'assicurazione ed escluse le spese doganali), del costo di hostess e interpreti/traduttori (max 50% del totale del costo del progetto al netto della voce h);
  • i. spese per affitto e allestimento sale, iscrizione a convegni specialistici internazionali, hostess e/o interpreti, trasporto dei materiali e dei prodotti (compresa l'assicurazione ed escluse le spese doganali);
  • j. spese per l'individuazione degli operatori esteri dai Paesi esteri target individuati nel progetto, spese vive di viaggio, vitto e alloggio dei rappresentanti degli operatori esteri.

Agevolazione

Il contributo sarà concesso, a saldo, a fondo perduto nella misura del 50% delle spese ammissibili, al netto degli oneri di legge (ritenuta d'acconto).

Il contributo minimo è fissato in 3.000,00 euro (a fronte di spese complessive pari a 6.000,00 euro). Il contributo massimo sarà di 20.000,00 euro (a fronte di spese complessive pari a 40.000,00 euro).

Il contributo concesso con il presente bando costituisce un aiuto "de minimis" ai sensi del Regolamento UE 1407/2013.

Destinatari

Possono presentare domanda di contributo le imprese:

  • di micro, piccola e media dimensione (MPMI) aventi sede legale e/o sede operativa attiva in Emilia-Romagna con esclusione di unità locali qualificate come magazzino o deposito
  • con un fatturato minimo di € 300.000,00 cosi come desunto dall'ultimo bilancio disponibile;
  • appartenenti ai settori di attività economica classificazione Istat Ateco 2007 ammissibili ai sensi del presente bando e desumibili dai dati di iscrizione al registro imprese (si considereranno sia i codici primari sia i codici secondari): - sezione C attività manifatturiere divisioni dalla 10 alle 33; - sezione J servizi di informazione e comunicazione limitatamente alla divisione 62; - sezione M attività professionali, scientifiche e tecniche limitatamente alle divisioni 71, 72 e 74;
  • non esportatrici o esportatrici non abituali ovvero che nel biennio 2016-2017 non hanno svolto operazioni di vendita all'estero o hanno svolto operazioni di vendita diretta dei propri prodotti all'estero per meno del 20% del proprio fatturato complessivo. Le imprese costituite nel 2017 e nel 2018 saranno considerate non esportatrici.
  • esportatrici abituali ovvero che nel biennio 2016-2017 hanno svolto operazioni di vendita diretta dei propri prodotti all'estero per più del 20% del proprio fatturato complessivo.

Modalità operativa

Le domande potranno essere presentate dal 4 febbraio 2019 ore 10.00 e fino alle ore 16.00 del 18 marzo 2019 (termine finale).

Ogni impresa proponente potrà presentare un solo progetto. Le imprese possono inviare la richiesta di contributo esclusivamente tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it sezione "Servizi e-gov" alla voce "Contributi alle Imprese" dalle ore 10:00 del 04/02/2019 alle ore 16.00 del 18/03/2019.

Sul sito internet di Unioncamere Emilia-Romagna saranno fornite le istruzioni operative per la trasmissione telematica delle domande.

Normativa

  • Decreto MiSE del 22 maggio 2017 che autorizza l'incremento del 20% del diritto annuale delle CCIAA per il triennio 2017-2019
  • Delibera di Giunta regionale 1572/2017.

Link

Contatti

Per ulteriori informazioni:

Ulteriori approfondimenti
Pagamenti on line

Pagamenti on line

Sistema di pagamento dei servizi camerali
« gennaio 2020 »
gennaio
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
Modena Economica

N. 6 novembre - dicembre 2019

Info - Contatti

n. 6 Novembre / Dicembre 2019
Punto Impresa Digitale

Punto Impresa Digitale

PID Modena

Certificati e visure ora anche in lingua inglese

fattura elettronica verso PA, imprese e privati

    Amministrazione Trasparente

Area riservata

 

 

Area riservata
Fatti riconoscere
Standard

Powered by Plone ®

Camera di Commercio

C.F. e Partita Iva 00675070361
Tel. 059208111 - URP
Iban IT98K0503412900000000006700
Contabilità speciale Banca d'Italia: 0319324
Fatt. elettronica - Cod. univoco: XECKYI
PEC: