Camera di Commercio di Modena
Tu sei qui: Home / Tutela del Mercato / Servizio Metrico / La verifica prima

Azioni sul documento

La verifica prima

pubblicato il 17/10/2013 07:55, ultima modifica 16/10/2017 14:42
E' la verifica a cui devono essere sottoposti gli strumenti di misura ad omologazione nazionale prima di essere immessi in commercio.

Ogni strumento metrico, approvato da Decreto ministeriale nazionale, prima di essere introdotto in commercio, deve essere sottoposto ad un controllo per accertare:

  • la conformità dello strumento allo specifico provvedimento di approvazione;
  • la compatibilità, per alcuni strumenti complessi, delle unità funzionali collegate fra loro che sono oggetto di diversi decreti di approvazione.

Questo controllo prende il nome di Verificazione Prima e può essere richiesta esclusivamente da imprese che abbiano il requisito di fabbricante metrico.

Essa si svolge normalmente nella sede operativa del fabbricante o c/o l'importatore degli strumenti.

Per gli strumenti fissi, oltre alla verifica in fabbrica, è previsto anche una 2° fase della verifica prima, ossia il collaudo di posa in opera sul luogo di funzionamento, che coincide con la prima verifica periodica dello strumento.

Destinatari

I fabbricanti metrici produttori di strumenti metrici ad omologazione nazionale.

Modalità operativa

La verifica prima nazionale può essere eseguita dagli Ispettori Metrici delle Camere di Commercio.

Per richiedere la verifica prima da parte degli Ispettori Metrici, il fabbricante invia all'Ufficio Metrico:

  1. una domanda, redatta su apposito modulo, nella quale, oltre a fornire informazioni anagrafiche e amministrative, identifica gli strumenti che intende sottoporre a controllo;
  2. una dichiarazione, sotto la propria personale responsabilità, che gli strumenti presentati hanno le seguenti caratteristiche:
    - sono conformi alla documentazione tecnica depositata presso l'Ufficio Centrale Metrico;
    - non consentono alterazioni dei dati interessanti la transazione commerciale, a meno di rimozione dei bolli metrici o di interventi dolosi;
    - non consentono la programmazione di parametri interessanti le caratteristiche metrologiche, a meno di rimozione dei bolli metrici o di interventi dolosi.

L'esito positivo è attestato mediante bollatura dello strumento, con apposizione dei numeri identificativi dell'Ufficio Metrico e dell'ispettore metrico (ipotesi di bollatura c.d. "nazionale").

Tariffe

Il nuovo piano tariffario prevede due tabelle:

  • tabella forfettaria, specifica per i distributori di carburante su strada;
  • tabella applicata a tutti gli altri strumenti e ai distributori di carburante all'interno di aziende private.

Il pagamento dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario sul conto corrente intestato a:

CCIAA di Modena, Via Ganaceto, 134, 41121 Modena - CF e P.Iva n. 00675070361
Banco Popolare Società Cooperativa (Sede Centrale di Modena)
Codice IBAN IT98K0503412900000000006700
Con indicazione come causale "Saldo fattura n. ______ del ______ ".

In alternativa, è possibile effettuare il pagamento on line.

Modulistica »

 

Accedi al servizio Pagamenti on line
Pagamenti on line

 

Normativa

Normativa sulla Verifica Prima eseguita dall’Ufficio Metrico (Nazionale)

  • R.D. n.7088 del 23/08/1890
  • R.D.n.226 del 12/06/1902
  • D.M. n.179 del 28/03/2000

Normativa sulla Direttiva MID

  • Dir.2004/22/CE (Direttiva MID)
  • D.Lgs.n.22 del 02/02/2007
  • D.M. 29/08/2007

Allegati

 

Area riservata
Fatti riconoscere
Standard

Powered by Plone ®

Camera di Commercio

C.F. e Partita Iva 00675070361
Tel. 059208111 - URP
Iban IT98K0503412900000000006700
Contabilità speciale Banca d'Italia: 0319324
Fatt. elettronica - Cod. univoco: XECKYI
PEC: