Camera di Commercio di Modena
Tu sei qui: Home / Tutela del Mercato / Ambiente / Registro Nazionale dei produttori di pile e accumulatori

Azioni sul documento

Registro Nazionale dei produttori di pile e accumulatori

pubblicato il 17/10/2013 08:00, ultima modifica 26/01/2017 11:46

Il Registro nazionale dei soggetti tenuti al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di pile e accumulatori è istituito presso il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. All'interno del Registro è prevista una sezione relativa ai sistemi collettivi istituiti per il finanziamento della gestione dei rifiuti di pile e accumulatori.

Le imprese operanti alla data di entrata in vigore del D. Lgs. 20/11/2008 n. 188 erano tenute a richiedere l'iscrizione entro il 18/09/2009 (termine prorogato con D.L. 01/07/2009 n. 78, art. 23 c. 11).

Annualmente, entro il 31 marzo dell'anno successivo a quello di riferimento, i produttori comunicano alle Camere di commercio i dati relativi alle pile e accumulatori immessi sul mercato nazionale nell'anno precedente, suddivisi per tipologia; tale dato è comunicato per la prima volta all'atto dell'iscrizione con riferimento all'anno solare precedente.

Soggetti interessati

Ai sensi del D. Lgs. n. 188 del 20 novembre 2008 devono iscriversi al Registro Pile:

  • i produttori di pile e accumulatori ovvero chiunque immetta sul mercato nazionale per la prima volta a titolo professionale pile o accumulatori, compresi quelli incorporati in apparecchi o veicoli, a prescindere dalla tecnica di vendita utilizzata, comprese le tecniche di comunicazione a distanza definite agli articoli 50 e seguenti del decreto legislativo 6 settembre 2005 n. 206 di recepimento della direttiva 97/7/Ce riguardante la protezione dei consumatori in materia di contratti a distanza;
  • i sistemi collettivi istituiti per il finanziamento della gestione dei rifiuti di pile e accumulatori.

La tabella contenuta nell'allegato 3 al Decreto legislativo 20 novembre 2008, n. 188 propone un elenco esemplificativo e non esaustivo di tipologie di prodotti per i quali vi è obbligo di iscrizione nel Registro. Le imprese che fabbricano, importano, immettono sul mercato tali prodotti devono iscriversi al registro.

I produttori di pile e accumulatori possono immettere sul mercato tali prodotti solo in seguito all'iscrizione al Registro.

I soggetti iscritti nel Registro Pile e Accumulatori sono tenuti a comunicare qualsiasi variazione dei dati comunicati all’atto dell’iscrizione e a richiedere la cancellazione per cessazione dell’attività che ha determinato l’obbligo di iscrizione.

L'articolo 14 comma 2 del D.Lgs. 188/2008 prevede che annualmente, entro il 31 marzo, i produttori ed i sistemi collettivi iscritti nel Registro comunicano alle Camere di commercio i dati relativi alle pile ed accumulatori immessi sul mercato nazionale nell'anno precedente, suddivisi per tipologia. L'allegato 1 al D.Lgs. 188/08 specifica che le informazioni sono fornite per via telematica e riguardano il numero e il peso effettivo delle pile e accumulatori immessi sul mercato nell'anno solare precedente.

Modalità di iscrizione

Le domande d’iscrizione al Registro Pile devono essere inviate esclusivamente per via telematica alla Camera di Commercio della provincia in cui è ubicata la sede legale del soggetto obbligato. Per la compilazione della domanda occorre collegarsi al portale Registropile.it.

L'accesso al sistema telematico deve essere effettuato tramite dispositivo di firma digitale dotato di certificato di autenticazione (Smart Card, Carta Nazionale dei Servizi CNS o Business key) intestato al legale rappresentante dell'impresa.

Importi da versare e modalità di pagamento:

  • tassa di concessione governativa di € 168,00 da versare sul c.c.p. 8003 intestato a "Agenzia delle Entrate - Ufficio di Roma 2 - Centro Operativo Pescara - Tasse Concessioni Governative" - Codice causale 8617 "altri atti"
  • imposta di bollo di € 16,00 da versare tramite carta di credito, Telemaco oppure sul c.c.p. n. 14287411 intestato alla Camera di Commercio di Modena, causale "imposta di bollo Registro Pile".

Le attestazioni di versamento mediante c.c.p. devono essere scansionate ed allegate alla pratica telematica.

Numero di iscrizione

Una volta effettuata l'iscrizione, a ciascun produttore viene rilasciato un numero di iscrizione. Entro trenta giorni dal suo rilascio, il numero di iscrizione deve essere indicato dal produttore in tutti i documenti di trasporto e nelle fatture commerciali.

Modalita' di modificazione dei dati e cancellazione dal Registro Pile

La domanda di modificazione delle informazioni comunicate al Registro Pile oppure di cancellazione dal Registro deve essere inoltrata per via telematica con modalità analoghe a quelle dell'iscrizione tramite il portale Registropile.it al quale le imprese accedono con le medesime regole seguite in fase di iscrizione (dispositivo di firma elettronica del legale rappresentante dotato di certificato di autenticazione e sottoscrizione).

Importi da versare e modalità di pagamento:

  • imposta di bollo di € 16,00 da versare sul c.c.p. n. 14287411 intestato alla Camera di Commercio di Modena, causale "imposta di bollo Registro Pile" oppure tramite Telemaco.

Modalità di compilazione e trasmissione della comunicazione annuale

Scadenza 31 marzo 2017

L'articolo 15 comma 3 del D.Lgs. 188/2008 prevede l'obbligo di comunicazione annuale alle Camere di commercio da parte dei soggetti iscritti al Registro Pile e Accumulatori della quantità di pile ed accumulatori immessi sul mercato nazionale nell'anno precedente, suddivisi per tipologia secondo quanto riportato nell'allegato III, parte C del decreto. La comunicazione deve essere inviata entro il 31 marzo dell'anno successivo a quello di riferimento, esclusivamente per via telematica tramite il portale www.registropile.it.

L'accesso deve essere effettuato mediante dispositivo di firma digitale del legale rappresentante o di altro soggetto precedentemente delegato.

La presentazione della comunicazione annuale NON COMPORTA IL PAGAMENTO DI ALCUN IMPORTO.

Il produttore che entro il 31 marzo di ogni anno non comunica al Registro Nazionale dei soggetti tenuti al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di pile e accumulatori le informazioni relative alla comunicazione annuale (art. 15, comma 3, D. Lgs. 188/2008) ovvero le comunica in modo incompleto o inesatto, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 2.000 ad euro 20.000 (art. 25, comma 3, D. Lgs. 188/2008).

Sanzioni

L’art. 25 del D.Lgs. n. 188/2008 riporta l’elenco delle sanzioni applicabili nei casi di violazione delle disposizioni vigenti in materia.

In particolare, in caso di omissione o incompleta comunicazione dei dati da iscrivere nel Registro, salvo che il fatto non costituisca reato, sono previste le seguenti sanzioni amministrative:

  • il comma 2 stabilisce che il "produttore" che immette sul mercato pile o accumulatori senza avere provveduto all'iscrizione nel Registro è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 30.000 ad euro 100.000;
  • il comma 3 dispone l'applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da euro 2.000 ad euro 20.000 a carico del produttore che non fornisce le informazioni relative alla comunicazione annuale di cui all'articolo 15, comma 3, ovvero le fornisce in modo incompleto o inesatto.

Normativa

  • Decreto Legislativo 20 novembre 2008 n. 188
  • Direttiva n. 2006/66/CE del Parlamento europeo e del Consiglio
  • Decreto Legislativo 11 febbraio 2011 n. 21

Link

Registro Pile e Accumulatori

Telemaco

Ecocerved

 

Area riservata
Fatti riconoscere
Standard

Powered by Plone ®

Camera di Commercio

C.F. e Partita Iva 00675070361
Tel. 059208111 - URP
Iban IT98K0503412900000000006700
Contabilità speciale Banca d'Italia: 0319324
Fatt. elettronica - Cod. univoco: XECKYI
PEC: