Camera di Commercio di Modena
Tu sei qui: Home / Statistica, Studi e Pubblicazioni / Informazione economica / News / Positive le previsioni di Prometeia per la provincia di Modena nel 2017

Azioni sul documento

Positive le previsioni di Prometeia per la provincia di Modena nel 2017

pubblicato il 26/04/2017 16:15, ultima modifica 24/05/2017 11:37
archiviato sotto:
Si prevedono incrementi nelle esportazioni, nel valore aggiunto e nel reddito pro-capite

Il quadro economico mondiale si presenta in moderata ripresa sia nelle previsioni per il 2017 che in quelle per il 2018. Lo affermano gli "Scenari di Previsione" redatti da Prometeia per i prossimi due anni.

Il PIL mondiale infatti dovrebbe crescere del 3,2% nel 2017 e del 3,3% nel 2018, gli Stati Uniti sono leggermente al disotto di questi livelli, l'area Euro prevede un +1,7% nel 2017, anche la Russia è in ripresa dell'1,3% dopo il crollo del 2015, mentre l'America Latina è ancora in difficoltà (+0,4%).

I due paesi che continuano a trainare l'economia mondiale risultano invece l'India (+7,2%) e la Cina (+6,5%) che mostra però un lieve rallentamento.

All'interno dell'area euro, l'Italia resta sempre in posizione un po' arretrata, con una crescita del PIL dello 0,9% nel 2017, tuttavia la Regione Emilia Romagna segna risultati superiori (+1,3%), raggiungendo così le performance di Francia e Germania.

Esaminando il valore aggiunto (misura calcolabile anche a livello provinciale), l'Emilia Romagna presenta un valore lievemente inferiore per il 2017 (+1,2%), tuttavia la provincia di Modena emerge all'interno della regione in quanto si prevede che avrà la variazione percentuale maggiore di tutte le altre province (+1,4%).

Il traino più intenso per l'incremento del valore aggiunto modenese è dato dalle esportazioni, che nel 2017 sono previste in ulteriore crescita (+5,7%) rispetto al consuntivo del 2016.

Infatti nel 2017 sarà l'industria che mostrerà la variazione positiva più sensibile (+2,3%), seguita dai servizi (+1,1%), dalle costruzioni (+0,6%) che ritornano positive dopo un anno di diminuzione e infine ultimo settore dall'agricoltura (+0,5%).

Proprio l'industria inoltre si prevede produrrà maggiori unità di lavoro (+1,4%), seguita dai servizi (+1,2%); stabili le costruzioni (0,0%), mentre diminuiscono le unità di lavoro in agricoltura (-1,1%).

Uno sguardo particolare sul mercato del lavoro indica poi che nel 2017 aumenteranno sia gli occupati (+1,3%), sia le forze di lavoro (+1,7%), migliorando di conseguenza il tasso di attività che raggiungerà il 49,1% (43,0% il totale Italia). Tuttavia, proprio a causa del ritorno nel mondo del lavoro di molti dipendenti che in precedenza si erano scoraggiati e non erano più in cerca di un'occupazione, nel 2017 non si avrà una diminuzione immediata del tasso di disoccupazione, che anzi salirà al 7,0%, il miglioramento effettivo di tale indice potrà rivelarsi appieno solamente nel 2018 con una sua riduzione al 6,7%.

Infine, la ripresa dell'economia farà aumentare anche le risorse a disposizione delle famiglie: è previsto un incremento del +2,5% del reddito disponibile modenese, mentre il valore aggiunto per abitante sarà di 31,6 mila euro contro i 31,2 mila del 2016. Invece rimarrà invariato il valore aggiunto per occupato.

Allegati

Grafici

 

Area riservata
Fatti riconoscere
Standard

Powered by Plone ®

Camera di Commercio

C.F. e Partita Iva 00675070361
Tel. 059208111 - URP
Iban IT98K0503412900000000006700
Contabilità speciale Banca d'Italia: 0319324
Fatt. elettronica - Cod. univoco: XECKYI
PEC: