Camera di Commercio di Modena
Tu sei qui: Home / Promozione / Incentivi Pubblici / Fondo di garanzia per l'accesso al credito delle imprese

Azioni sul documento

Fondo di garanzia per l'accesso al credito delle imprese

pubblicato il 30/10/2013 08:20, ultima modifica 02/04/2014 16:58
Regione Emilia Romagna (L.R. 3/99 art. 58 comma 2)

Il fondo di cogaranzia è un fondo creato dalla Regione per agevolare l'accesso al credito da parte delle imprese che, a causa dei pesanti effetti dell'attuale crisi economica e finanziaria e delle regole definite da Basilea 2, trovano sempre più difficoltà ad accedere ai finanziamenti bancari.

Chi gestisce il fondo di cogaranzia

Il fondo di cogaranzia regionale è un fondo unico, suddiviso tuttavia in tre sezioni, dedicate rispettivamente:

  • alle imprese operanti nel settore dell'industria e dei servizi alla produzione (sezione industria), gestita dal consorzio fidi "Fidindustria Emilia Romagna";
  • alle imprese operanti nel settore dell'artigianato (sezione artigianato), gestita dal consorzio fidi "Unifidi Emilia Romagna Soc.Coop. a r.l.";
  • alle imprese operanti nel settore della cooperazione (sezione cooperazione), gestita dal consorzio fidi "Cooperfidi Italia, Società cooperativa di garanzia collettiva dei fidi"

Quali sono le operazioni che possono essere ammesse alla garanzia del fondo

Il fondo presta garanzie a fronte delle seguenti operazioni:

a) finanziamenti chirografari o assistiti da garanzia reale o aperture di credito, di durata non superiore a 120 mesi, finalizzati:

  • al reintegro del capitale circolante;
  • al rafforzamento dei mezzi propri delle imprese, anche attraverso la forma di prestiti partecipativi;
  • al sostegno della liquidità aziendale;
  • alla realizzazione di progetti ristrutturazione finanziaria, quali la sostituzione di finanziamenti a breve e medio termine in regolare ammortamento e in essere presso il sistema bancario e finanziario nonché il consolidamento a medio/lungo termine di passività a breve;
  • a progetti di investimento per lo sviluppo aziendale, per l'innovazione di processo e di prodotto, organizzativa, tecnologica, commerciale, per l'ammodernamento delle attrezzature e dei macchinari, per la riduzione dell'impatto ambientale delle produzioni, per la riduzione dei consumi di energia nella climatizzazione e illuminazione degli edifici esistenti adibiti a stabilimento produttivo e nei processi produttivi, per l'installazione di impianti di cogenerazione, trigenerazione, quadrigenerazione ad alto rendimento, per la valorizzazione delle fonti rinnovabili di energia nonché per la riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra;
  • a sostenere la nascita di imprese;

b) locazioni finanziarie immobiliari e mobiliari di durata non superiore a 120 mesi, effettuate per i progetti di investimenti;

c) operazioni di factoring di durata non superiore a 120 mesi.

Natura delle garanzie prestate dal fondo

Le garanzie che saranno prestate dal fondo hanno la seguente natura:

  • sono cogaranzie, poiché sono prestate congiuntamente ai fondi rischi e alle altre risorse dei gestori delle sezioni artigianato, industria e cooperazione;
  • sono esplicite, incondizionate, irrevocabili e dirette, e come tali potranno essere escusse a semplice richiesta al verificarsi dell'insolvenza dell'impresa beneficiaria del finanziamento o sottoscrittrice del contratto di locazione finanziaria o di factoring

Misura, importo massimo e durata delle garanzie

Il fondo regionale, congiuntamente ai fondi rischi e alle altre risorse dei gestori delle sezioni artigianato, industria e cooperazione, potrà erogare, a seconda della fascia di ratin in cui si colloca l'impresa, garanzie pari al 50% o all'80% del finanziamento erogato dalle banche o del leasing o del factoring.

L'importo massimo della garanzia del fondo, qualunque sia l'ammontare del finanziamento, della locazione finanziaria o della operazione di factoring sottostante, non può eccedere la somma complessiva di € 1.500.000,00. Tale somma è ridotta a € 750.000,00 per quanto riguarda le imprese attive nel settore del trasporto su strada.

La garanzia del fondo regionale, ha una durata pari a quella del finanziamento, della locazione finanziaria o della operazione di factoring sottostante. Tale durata non può in alcun caso - e qualunque sia la durata del
finanziamento, della locazione finanziaria o del contratto di factoring sottostante - eccedere 120 mesi.

Destinatari

Possono accedere alla cogaranzia del fondo regionale le imprese operanti, come attività principale, nelle seguenti sezioni della classificazione delle attività economiche (ATECO 2007):

  • Sezione B "Estrazione di minerali da cave e torbiere", tutta la sezione;
  • Sezione C "Attività manifatturiere", tutta la sezione;
  • Sezione D "Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata, tutta la sezione;
  • Sezione E "Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento", tutta la sezione;
  • Sezione F "Costruzioni", tutta la sezione;
  • Sezione G "commercio all'ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli", limitatamente al gruppo 45.2 "Manutenzione e riparazione di autoveicoli" e alla categoria 45.40.3 "Manutenzione e riparazione di motocicli e ciclomotori (inclusi i pneumatici);
  • Sezione H "Trasporto e magazzinaggio", tutta la sezione;
  • Sezione I "Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione", limitatamente alle categorie 56.10.2 "Ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto", 56.10.3 "Gelaterie e pasticcerie", 56.10.4 "Ristorazione ambulante e gelaterie ambulanti", 56.10.5 "Ristorazione su treni e navi" e al gruppo 56.2 "Fornitura di pasti preparati (catering) e altri servizi di ristorazione";
  • Sezione J "Servizi di informazione e comunicazione", tutta la sezione;
  • Sezione L "Attività immobiliari", limitatamente ai gruppi 68.1 "Compravendita di beni immobili effettuata su beni propri" e 68.2 "Affitto e gestione di immobili di proprietà o in leasing;
  • Sezione M "Attività professionali, scientifiche e tecniche", purché svolte in forma di impresa e non in forma libero-professionale, limitatamente al gruppo 69.2 "Contabilità, controllo e revisione contabile, consulenza in materia fiscale e del lavoro" e alle divisioni 70 "Attività di direzione aziendale e di consulenza gestionale", 71 "Attività degli studi di architettura e di ingegneria; collaudi ed analisi tecniche", 72 "Ricerca scientifica e sviluppo", 73 "Pubblicità e ricerche di mercato", 74 "Altre attività professionali, scientifiche e tecniche";
  • Sezione N "Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese", limitatamente alle divisioni 77 "Attività di noleggio e leasing operativo", 78 "Attività di ricerca, selezione, fornitura di personale", 80 "Servizi di vigilanza e investigazione", 81 "Attività di servizi per edifici e paesaggio", 82 "Attività di supporto per le funzioni d'ufficio e altri servizi di supporto alle imprese";
  • Sezione P "Istruzione", limitatamente alle attività dei gruppi 85.1 "Istruzione prescolastica" e 85.2 "Istruzione primaria", 85.3 " Istruzione secondaria" 85.5 "Altri servizi di istruzione", purché svolte in forma di impresa,;
  • Sezione Q "sanità e assistenza sociale", limitatamente alle attività delle divisioni 87 "Servizi di assistenza sociale residenziale" e 88 "Assistenza sociale non residenziale", svolte in forma di impresa;
  • Sezione R "Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento", tutta la sezione, svolte in forma di impresa;
  • Sezione S "Altre attività di servizi", limitatamente ai gruppi 95.1 "Riparazione di computer e di apparecchiature per le comunicazioni" e 95.2 "Riparazione di beni per uso personale per la casa", 96.1 "Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia", 96.2 "Servizi dei parrucchieri e di altri trattamenti estetici, 96.3 "Servizi di pompe funebri e attività connesse 96.4, "Servizi dei centri per il benessere fisico, purché svolta in forma in forma di impresa;

Sono escluse dalla possibilità di accedere alla cogaranzia del fondo regionale le imprese operanti, come attività principale, nelle sezioni, divisioni, gruppi, classi e categorie della classificazione delle attività economiche (ATECO 2007) non ricomprese in quelle sopra indicate)

Modalità operativa

Durata del fondo e presentazione della domanda di garanzia

Il fondo è sempre aperto e non è fissato alcun termine entro il quale le imprese devono presentare richiesta.

Le richieste di ammissione alla cogaranzia regionale, da parte delle imprese, devono essere presentate al gestore di una delle sezioni del fondo secondo le modalità e tramite la modulistica predisposta dal gestore medesimo.

Normativa

L.R. 3/99 art. 58 comma 2

Link

Fondo di cogaranzia regionale per l'accesso al credito delle imprese

Ulteriori approfondimenti
Pagamenti on line

Pagamenti on line

Sistema di pagamento dei servizi camerali
« ottobre 2017 »
ottobre
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031
Modena Economica

N. 4 luglio - agosto 2017

Info - Contatti

n. 4 Luglio / Agosto 2017

Certificati e visure ora anche in lingua inglese

Fatturazione Elettronica P.A.

    Amministrazione Trasparente

Area Amministratori

 

 

Area riservata
Fatti riconoscere
Standard

Powered by Plone ®

Camera di Commercio

C.F. e Partita Iva 00675070361
Tel. 059208111 - URP
Iban IT98K0503412900000000006700
Contabilità speciale Banca d'Italia: 0319324
Fatt. elettronica - Cod. univoco: XECKYI
PEC: