Camera di Commercio di Modena
Tu sei qui: Home / Promozione / Imprenditoria Femminile / Sezione Speciale Fondo Centrale di Garanzia

Azioni sul documento

Sezione Speciale Fondo Centrale di Garanzia

pubblicato il 17/01/2014 09:40, ultima modifica 26/09/2017 11:07
Dal 13/10/2015 temporanea sospensione delle richieste di prenotazione da parte delle imprese femminili costituite da più di 3 anni

La Sezione Speciale del Fondo Centrale di Garanzia dedicata alle imprese femminili è stata istituita con convenzione del 14 marzo 2013 tra Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le Pari Opportunità, Ministero dello Sviluppo Economico e Ministero dell'Economia e delle Finanze. La dotazione è pari a € 10.000.000 da impiegare per la compartecipazione alla copertura del rischio sulle operazioni di garanzia ammissibili, con una ripartizione del 50% tra le risorse del Fondo e quelle della Sezione Speciale che, di fatto, può contare su una dotazione finanziaria complessiva di € 20.000.000. Nell'ambito della Sezione Speciale, una quota pari al 50% della dotazione è riservata alle nuove imprese.

Con il decreto del Ministro dello sviluppo economico del 27 dicembre 2013 sono state inoltre introdotte modalità semplificate di accesso.

Con circolare n. 11/2015 del 6 luglio 2015 gli interventi della Sezione Speciale per le Pari Opportunità sono stati estesi anche alle libere professioniste.

Destinatari

Imprese femminili e libere professioniste (queste ultime iscritte agli ordini professionali o aderenti alle associazioni professionali iscritte nell'elenco tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della legge n. 4/2013).
Le imprese femminili sono le micro, piccole e medie imprese con le seguenti caratteristiche:

  • società cooperative e le società di persone costituite in misura non inferiore al 60% da donne;
  • società di capitali le cui quote di partecipazione siano possedute in misura non inferiore ai due terzi da donne e i cui organi di amministrazione siano costituiti per almeno i due terzi da donne;
  • imprese individuali gestite da donne.

La definizione delle imprese femminili è stabilita dall'art. 2, comma 1, lettera a) della legge 215/1992 e successive modifiche e integrazioni.

A partire dal 13/10/2015, visto l'esaurimento delle risorse previste per le imprese femminili costituite da più di 3 anni, la possibilità di prenotare direttamente la garanzia è limitata alle start up a prevalente partecipazione femminile.

Si precisa che, nel periodo di sospensione delle richieste di prenotazione per le imprese già costituite da più di 3 anni, è comunque fatta salva la facoltà di richiedere l'intervento del Fondo Centrale di Garanzia per il tramite di banche e confidi. Le domande di ammissione presentate da banche e confidi a favore delle imprese femminili verranno infatti regolarmente deliberate potendo utilizzare le risorse ordinarie del Fondo.

Modalità operativa

Alle imprese femminili e alle libere professioniste sono riservate condizioni vantaggiose per la concessione della garanzia e in particolare:

  1. possibilità di prenotare direttamente la garanzia
  2. priorità di istruttoria e di delibera
  3. esenzione dal versamento della commissione una tantum al Fondo
  4. copertura della garanzia fino all'80% sulla maggior parte delle operazioni.

Per prenotare la garanzia l'impresa o la libera professionista deve inviare l'apposito modulo al Gestore, ovvero il Medio Credito Centrale, tramite posta (raccomandata A/R) o fax (0647915005) o posta elettronica certificata (). Ottenuta la delibera di approvazione del Comitato di gestione del Fondo, l'impresa o la libera professionista può recarsi presso un intermediario finanziario (banca, società di leasing o confidi) che dovrà presentare richiesta di conferma della garanzia entro tre mesi dalla data di delibera del Comitato.

La prenotazione della garanzia è una procedura facoltativa. Le imprese femminili/libere professioniste possono anche utilizzare il normale iter di accesso, rivolgendosi senza prenotazione ad un intermediario finanziario che presenterà la domanda al Gestore del Fondo.

Per tutto ciò che non è esplicitamente previsto dalla circolare del Medio Credito Centrale n. 660/2013, la Sezione Speciale per le Pari Opportunità è regolata dalla normativa ordinaria del Fondo contenuta nelle Disposizioni operative in vigore.

Per facilitare la compilazione del modulo di prenotazione sono disponibili sul sito del Fondo Centrale i modelli di scoring in formato Excel che svolgono automaticamente i calcoli per la determinazione della fascia di appartenenza dell'impresa.

Sono previsti moduli di valutazione ad hoc per le start up (imprese costituite o avviate non oltre tre anni prima della richiesta di ammissione), differenziati a seconda che l'importo del finanziamento sia superiore o inferiore a 50.000 euro).

Tipologie di operazioni:

Tipologia di operazioneCoperturaImporto massimo garantito
Garanzia diretta
Anticipazione crediti Pubblica Amministrazione 70% € 2,5 mln
Operazioni finanziarie di durata non inferiore a 36 mesi 80% € 2,5 mln
Consolidamento passività a breve su stessa banca/gruppo bancario 30% € 1,5 mln
Operazioni sul capitale di rischio 50% € 2,5 mln
Altra operazione finanziaria 80% € 1,5 mln
Controgaranzia
Anticipazione crediti Pubblica Amministrazione 80% di 80% € 2,5 mln
Operazioni finanziarie di durata non inferiore a 36 mesi 80% di 80% € 2,5 mln
Consolidamento passività a breve su stessa banca/gruppo bancario 60% di 60% € 1,5 mln
Operazioni sul capitale di rischio 80% di 60% € 2,5 mln
Altra operazione finanziaria 80% di 80% € 1,5 mln

Normativa

  • Decreto del Ministro dello sviluppo economico del 27 dicembre 2013
  • Circolare MCC n. 660 del 14/1/14.
  • Circolare MCC n. 11 del 6/7/15

Link

Allegati

 

Area riservata
Fatti riconoscere
Standard

Powered by Plone ®

Camera di Commercio

C.F. e Partita Iva 00675070361
Tel. 059208111 - URP
Iban IT98K0503412900000000006700
Contabilità speciale Banca d'Italia: 0319324
Fatt. elettronica - Cod. univoco: XECKYI
PEC: